Fatturazione elettronica e FarmaPrivacy, i servizi Promofarma sono a disposizione anche per il 2020.

Federfarma informa che dal 16 dicembre è possibile sottoscrivere o rinnovare i servizi di Fatturazione elettronica e FarmaPrivacy di Promofarma.

Federfarma comunica che, dal 16 dicembre si possono sottoscrivere o rinnovare i servizi di Fatturazione elettronica e FarmaPrivacy proposti da Promofarma (nella foto, il presidente Nicola Stabile). Lo si deve fare però soltanto in modalità on line (accedendo alla parte riservata del sito della Federazione) e anche il pagamento deve essere effettuato on line con carta di credito o PayPal. Non sono previste, infatti, altre modalità di pagamento come,  per esempio, il bonifico bancario.

Istruzioni e modalità operative

Alcune associazioni hanno deciso di provvedere al pagamento centralizzato, per tutte le loro farmacie associate, del canone 2020, per uno o per entrambi i servizi. Di conseguenza, la funzione di pagamento per tali farmacie è inibita, in quanto già assolta, ma non di meno dovranno procedere alla sottoscrizione del contratto sempre utilizzando la modalità on line. Inoltre, per coloro che utilizzano il servizio di fatturazione elettronica direttamente dal proprio gestionale, si raccomanda di effettuare almeno un accesso (login) sulla piattaforma, dopo avere sottoscritto il contratto per consentire l’aggiornamento delle anagrafiche del gestionale ed evitare malfunzionamenti nel sistema. Promofarma precisa che, per la fattura elettronica, il costo complessivo del servizio è di euro 55,00 + Iva (per un totale di euro 67,10) per ogni farmacia. Tale canone darà diritto a un numero illimitato di fatture, inviate e ricevute, dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020. Inoltre, è compreso il servizio di conservazione sostitutiva gratuita delle fatture emesse e ricevute per un periodo di 10 anni Per il servizio di FarmaPrivacy, invece, il costo complessivo è di 80,00 euro + Iva (totale 97,60 euro).

Modifica del "Codice destinatario"

Nella Circolare Federfarma n. 20074/513 del 16 dicembre, pubblicata integralmente sul n. 45/2019 di “Farma 7”, vengono dettagliate altre informazioni, come per esempio i nuovi servizi per l’applicativo di Fatturazione elettronica, a cui le farmacie potranno accedere con la semplice modifica del Codice destinatario (RN5Y3PI) sia all’Agenzia delle Entrate, sia ai propri fornitori, oltre ad altre funzioni ancora, come la app mobile, lo scadenzario fatture e il servizio notifiche. In particolare, si consiglia di comunicare/modificare il “Codice destinatario” direttamente all’Agenzia delle Entrate e si indicano le modalità per effettuarlo. Così, tutte le fatture indirizzate alla farmacia verranno automaticamente recapitate al “Codice destinatario” registrato presso l’Agenzia delle Entrate, evitando possibili disguidi ed errori, legati a comunicazioni parziali o non aggiornate.  Per quanti, invece, non modificheranno il “Codice destinatario” il servizio di fatturazione elettronica resterà imvariato rispetto a quello offerto nel 2019.