Una farmacia londinese multata per violazione del Gdpr: l’Ico, il garante della privacy del Regno Unito, ha sanzionato una farmacia della catena Doorstep Dispensaree Ltd con una sanzione pari a 275.000 sterline per non avere garantito la sicurezza dei dati sanitari.

L'Ico, il Garante della privacy inglese, ha sanzionato una farmacia di Londra che non aveva correttamente protetto i dati sanitari che aveva l'obbligo di custodire accuratamente.

Doorstep Dispensaree Ltd, che fornisce medicinali sia ai pazienti sia alle case di cura, ha lasciato circa 500.000 documenti in contenitori non chiusi a chiave sul retro della sua sede in Edgware. I documenti includevano nomi, indirizzi, date di nascita, numeri Nhs, informazioni mediche e prescrizioni appartenenti a un numero sconosciuto di persone. Peraltro, alcuni documenti non erano stati adeguatamente protetti contro gli elementi e pertanto sono stati danneggiati dall'acqua. La farmacia ha l'obbligo legale di conservazione di determinate prescrizioni mediche, per motivi di carattere sanitario. Normalmente gli obblighi conservativi riguardano prescrizioni di farmaci più delicati o potenzialmente pericolosi. Tali documenti, che contengono dati personali sanitari, devono essere conservati diligentemente e adeguatamente custoditi. Proteggere questi documenti significa proteggere la salute del cittadino. Il trattamento dei dati che non garantisca un'adeguata sicurezza contro perdite accidentali, è una violazione del Regolamento generale sulla protezione dei dati (Gdrp). Steve Eckersley, direttore delle indagini presso l'Ico (Information Commissioner's Office), ha dichiarato: “Doorstep Dispensaree ha archiviato i dati di categorie speciali in modo imprudente, e non è riuscita a proteggerli da danni o perdite accidentali. Questo non è all'altezza di ciò che la legge richiede e non è all'altezza di ciò che la gente si aspetta”. (BF)