Istituto Superiore di Sanità e Ministero della Salute hanno aggiornato il Decalogo sul Coronavirus, alla luce dell’evolversi della situazione dell’emergenza sanitaria che ci sta coinvolgendo ormai da settimane.

In particolare, il Decalogo sul Coronavirus (elaborato da Iss e Ministero, con l’adesione degli Ordini delle professioni sanitarie, delle società scientifiche e di associazioni professionali, tra le quali Federfarma – lo avevamo presentato qui) è stato rivisto al punto 9, ora diventato punto 10. Questa la nuova formulazione:

“In caso di dubbi NON recarti al Pronto soccorso: chiama il tuo medico di base e se pensi di essere stato contagiato chiama il 112”.

Ne dà notizia Federfarma, con la circolare 81 del 26 febbraio, reperibile, come sempre, sul sito della Federazione insieme con una serie di utili allegati. Infatti. sono disponibili il comunicato dell’Istituto Superiore di Sanità, le versioni aggiornate del poster e del leaflet, un glossario redatto dall’Iss per comprendere meglio la terminologia adoperata per spiegare l’epidemia.

Qui riproduciamo l’elenco dei 10 punti del Decalogo sul Coronavirus aggiornato.

 

Nuovo Coronavirus: dieci comportamenti da seguire

  1. Lavati spesso le mani
  2. Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
  3. Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani
  4. Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci
  5. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico
  6. Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
  7. Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o se assisti persone malate
  8. I prodotti “made in China” e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi
  9. Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo Coronavirus
  10. In caso di dubbi non recarti al Pronto soccorso: chiama il tuo medico di base e se pensi di essere stato contagiato chiama il 112 o i numeri verdi regionali.

Federfarma ricorda che tutti i documenti sono prelevabili on line dal sito dell’Iss per chiunque voglia diffonderli via social o fisicamente come locandina o pieghevole.

Federfarma auspica un’ampia diffusione presso le farmacie dei documenti e rinnova l’invito alle organizzazioni territoriali a dare il proprio sostegno, anche operativo, nella predisposizione e fornitura del materiale alle farmacie. Ciò al fine di collaborare all’opera di prevenzione e di educazione sanitaria della popolazione.

Lavaggio delle mani: fondamentale misura igienica

Federfarma informa, inoltre, che sulla G.U. n. 47 del 25 febbraio 2020 sono state pubblicate diverse Ordinanze contenenti misure urgenti per gestire l’emergenza da Covid-19 nelle seguenti Regioni: Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia-Romagna.

Per quanto di immediato interesse per le farmacie, Federfarma evidenzia che nelle Ordinanze di Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, ed Emilia-Romagna, è esplicitamente menzionato il lavaggio delle mani quale misura igienica per prevenire il contagio. Quindi, viene raccomandato di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, tra i quali le farmacie, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani.