In tutt’Italia sta registrando grande successo l’accordo siglato tra Federfarma e Croce Rossa Italiana, per la consegna domiciliare dei farmaci alle persone over 65 anni, oppure non autosufficienti, in quarantena o positivi al virus Covid-19. I medicinali vengono recapitati a domicilio, senza alcun costo aggiuntivo, semplicemente chiamando il numero verde 800.065.510 e indicando gli estremi della prescrizione medica o il codice NRE della ricetta. Un dato significativo ci viene ora dalla Lombardia, dove da due settimane è attivo il servizio “CRI Pronto farmaco”: hanno raggiunto circa 5.200 le consegne effettuate dai volontari della Croce Rossa, grazie alla collaborazione tra il Comitato Regionale CRI e Federfarma Lombardia. Questa partnership coinvolge le circa 3.000 farmacie operative nella Regione e all’attività di 87 Comitati di Croce Rossa Italiana presenti sul territorio, spesso in sinergia con le amministrazioni comunali. Nella prima settimana (23-27 marzo), le province con più alto numero di interventi sono state Milano (22%), Brescia (18%), Monza Brianza (13%) e Bergamo (12%). Gli utenti sono per la maggior parte persone over 65 (63%), ma non mancano coloro che sono stati sottoposti a quarantena (23%), sono non autosufficienti (7%) o positivi al Covid-19 (6%). Per il 53% delle consegne effettuate, si tratta di farmaci salvavita.

Una partnership tra Croce Rossa Italiana e farmacie molto utile e assai apprezzata

Nella gestione di un così alto numero di richieste -afferma Antonio Arosio, presidente di Croce Rossa Italiana-Comitato Regionale Lombardia- giocano un ruolo decisivo la sinergia con Federfarma, la conoscenza capillare del tessuto sociale da parte dei Comitati locali e l’impegno di migliaia di volontari che va ben oltre il senso del dovere”. “Ringrazio la Croce Rossa -dice Annarosa Racca, presidente di Federfarma Lombardia- per lo straordinario impegno che ha permesso di aiutare tante persone che non riescono a raggiungere le nostre farmacie. È un modo per dimostrare come la farmacia sappia stare vicino ai cittadini, ai malati anche quando devono restare a casa”. Ricordiamo che in Lombardia il servizio “CRI Pronto farmaco”,  si ottiene telefonando allo 02.388.3350, e che è attivo dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 19,00. Oltre ai farmaci, le persone a volte chiedono vicinanza e sostegno in un momento che per molti è drammatico. Ecco allora che questa sinergia tra CRI e farmacia non si limita a garantire un sostegno logistico a persone in difficoltà, ma riesce a ottenere vantaggi ad ampio raggio.