Diventa lungo l’elenco dei farmacisti che, colpiti dal Coronavirus nell’adempimento del loro dovere, ci hanno lasciato. Nel giro di pochi giorni altri 4 colleghi sono deceduti e si aggiungono così a quanti li hanno preceduti nelle passate settimane. Li vogliamo ricordare tutti, per un doveroso riconoscimento di stima e di affetto. Al dottor Lorenzo Repetto, titolare a Saint Vincent, il primo caduto, sono poi seguiti Raffaele Corbellini titolare di Lodi, Paolo D’Ambrogi di Nettuno (Roma), Francesco De Donno di Maglie (Lecce), Patrizio Forti Paolini di Santa Vittoria in Mantenano (Fermo), Antonio Perani di Paratico (Brescia), Antonio Tilli di Pontassieve (Firenze) e Camillo Alinovi di Varese Ligure (la Spezia). A loro purtroppo si aggiungono ora quattro nuovi decessi: Reanna Casalini, farmacista di Romano di Lombardia (Bergamo) e Fernando Marcantonio, titolare in via Isonzo a Mariano Comense (Como), fratello di Attilio, presidente di Federfarma Como e vicepresidente di Federfarma Lombardia. Gli ultimi due sono della provincia di Piacenza, zona molto colpita dal Coronavirus: Giuliana Ottolenghi, titolare della farmacia Pigorini  a Fiorenzuola d’Arda e Luigi Francesconi, già amministratore delegato delle Farmacie Comunali di Piacenza. Alle loro famiglie e ai molti che li hanno stimati giunga il profondo cordoglio del Presidente, del Consiglio di Presidenza, dell’Assemblea nazionale e di Federfarma tutta, oltre che della direzione e redazione di “Farma 7”.  Riposino in pace.