“Innovazione, evoluzione tecnologica e design, caratterizzati da un’elevata customer experience, unite a un finanziamento a procedura semplificata per sostenere lo sviluppo dei servizi digitali nelle farmacie italiane”. Parte così il comunicato stampa con cui Credifarma, del Gruppo Banca Ifis e partecipata da Federfarma, annuncia la nascita di “FarmaPOS”, la prima offerta completa, con SmartPos Nexi di ultima generazione, sviluppata appositamente per le farmacie italiane. La nuova offerta si propone di sostenere “lo sviluppo dei pagamenti digitali in un momento in cui la farmacia si conferma la prima fondamentale infrastruttura sanitaria di riferimento sul territorio, in prima linea nella gestione dell’emergenza Covid-19”.  Il Pos, infatti, sarà a canone scontato e commissioni azzerate per tutti i pagamenti inferiori ai 10 euro sino al 31 dicembre 2020 e avrà una linea di credito dedicata, il cui utilizzo sarà totalmente libero indipendentemente dalle transazioni canalizzate.

Con FarmaPOS, i pagamenti digitali saranno possibili in un’unica soluzione integrata, semplice e veloce

Tutti i farmacisti in possesso di SmartPos Nexi potranno accettare pagamenti a distanza attraverso il servizio Pay By Link di Nexi e questo consentirà di fare operazioni in modo semplice e sicuro, anche quando il titolare della carta non è presente e senza alcun costo fisso o canone mensile aggiuntivo. “Grazie all’accordo in esclusiva con Nexi, Credifarma rafforza da oggi la propria gamma di soluzioni a disposizione dei farmacisti italiani per effettuare i pagamenti” commenta Marco Alessandrini, amministratore delegato di Credifarma. “Nell’ambito dei servizi digitali, vogliamo offrire ai nostri clienti funzionalità innovative in grado di soddisfare bisogni crescenti ed esigenze sempre più sofisticate, garantendo allo stesso tempo sicurezza e sostenendo l’evoluzione della sanità digitale. Con questa nuova iniziativa Credifarma si conferma il punto di riferimento per il supporto finanziario, lo sviluppo e l'utilizzo degli strumenti digitali al servizio del settore delle farmacie italiane”.