Posticipate di una quindicina di giorni rispetto alla usuale scadenza (l’ultima tornata elettorale si era tenuta a fine maggio 2017), si terranno domani, giovedì 11 giugno, le elezioni per il rinnovo del Consiglio di Presidenza di Federfarma nazionale e del Sunifar. La presenza ancora dell’emergenza Coronavirus e il conseguente impegno di garantire il “distanziamento sociale” impediscono di organizzare e di tenere l’usuale Assemblea elettiva, e così l’incontro si svolgerà in modalità di videoconferenza e le votazioni si terranno in via elettronica. Innanzitutto verranno presentati, utilizzando la piattaforma Socialfarma, i programmi dei candidati alla presidenza sia di Federfarma sia del Sunifar, e poi la lista con le candidature per la composizione dei diversi organi. Infine il voto verrà espresso in via elettronica tramite la piattaforma Eligo, che garantisce il rispetto dell’anonimato. Questo l’elenco delle candidature pervenute nei termini previsti. Marco Cossolo, presidente dell’Associazione provinciale di Torino, si ripresenta per un nuovo mandato a presidente di Federfarma, mentre Gianni Petrosillo, presidente dell’Associazione dei titolari di Bergamo, si propone come nuovo presidente alla guida del Sunifar. Sei sono poi candidati  al nuovo Consiglio di Presidenza. Nell’ordine sono: Achille Gallina Toschi (presidente dell’Unione regionale dell’Emilia Romagna); Antonio Guerricchio (presidente dell’Unione regionale della Basilicata); Clara Mottinelli (presidente dell’Associazione provinciale di Brescia); Michele Pellegrini Calace (presidente dell’Associazione provinciale Barletta Andria Trani); Alfredo Procaccini (vicepresidente dell’Associazione provinciale di Roma) e Roberto Tobia (presidente dell’Associazione provinciale di Palermo). La lista dei candidati al Consiglio di Presidenza di Federfarma si conclude con i tre componenti rurali: Daniele Dani (vicepresidente rurale dell’Associazione provinciale di Firenze); Claudia Pietropoli (presidente dell’Associazione provinciale di Rovigo) e Renato Usai (vicepresidente rurale dell’Associazione provinciale di Nuoro).