Cercare “modi per garantire all’Europa la fornitura di farmaci a prezzi accessibili per soddisfare le sue esigenze”, supportando allo stesso tempo l’industria farmaceutica, in modo che rimanga innovativa e leader a livello mondiale: questo l’incarico ricevuto dalla Commissaria europea per la salute e la sicurezza alimentare, Stella Kiriakides. E proprio in ottemperanza a questo incarico, la Commissione sta compiendo i primi passi verso l’adozione di una strategia farmaceutica per l’Europa attraverso la pubblicazione, lo scorso 2 giugno, di una tabella di marci,a in base alla quale cittadini, esperti e stakeholders sono chiamati a fornire il loro feedback entro il prossimo 7 luglio 2020. Tutti i cittadini europei hanno diritto a parità di accesso per terapie sicure, all’avanguardia e a prezzi accessibili. La digitalizzazione e l’innovazione nell’uso dei dati del mondo reale aprono nuove possibilità per come i farmaci vengono sviluppati e usati, ma restano ancora alcuni problemi da affrontare e risolvere: le terapie innovative non raggiungono rapidamente tutti i pazienti in Europa, che a volte non riescono a ottenere i farmaci di cui abbisognano a causa di carenze; la popolazione europea sta invecchiando e deve fronteggiare un carico crescente di malattie, oltre a possibili nuove minacce sanitarie, come il coronavirus; l’EU sta diventando sempre più dipendente da Paesi terzi nell’importazione dei farmaci e dei loro principi attivi e problemi come la resistenza antimicrobica e la sostenibilità ambientale dei farmaci sono una nuova fonte di preoccupazione. A tutto ciò si aggiunga che i sistemi sanitari e i pazienti hanno sempre più difficoltà a sostenere il costo dei medicinali. La pandemia di coronavirus ha dimostrato, infatti, quanto sia importante disporre di un sistema a prova di crisi, in grado di assicurare disponibilità di farmaci in ogni circostanza. La nuova strategia farmaceutica mira a risolvere questi problemi, creando un quadro normativo solido e supportando l’industria nel promuovere la ricerca e le tecnologie, in modo che raggiungano effettivamente i pazienti e soddisfino le loro esigenze terapeutiche.  Si occuperà di tutti i livelli della catena produttiva, dalla ricerca e sviluppo all'autorizzazione e all'accesso dei pazienti ai medicinali, tenendo conto dei progressi scientifici e tecnologici; terrà conto anche delle debolezze evidenziate dalla pandemia Coronavirus e prenderà in considerazione tutte le azioni opportune per rafforzare il sistema di gestione delle crisi sanitarie. L’obiettivo generale della strategia, la cui adozione è prevista per la fine dell’anno, è contribuire a garantire la fornitura europea di farmaci sicuri e convenienti e sostenere l’industria farmaceutica europea a mantenere leadership mondiale e capacità innovative. La strategia si focalizza su quattro obiettivi:
  1. a) assicurare che i pazienti in tutta Europa abbiano nuovi farmaci e terapie nei loro Paesi rapidamente e in ogni circostanza e che ci siano meno carenze di farmaci;
  2. b) contribuire a rendere i farmaci più convenienti e aumentare il “rapporto qualità prezzo” delle spese mediche;
  3. c) sfruttare la digitalizzazione e assicurare che l’innovazione, la scienza e la tecnologia emergenti soddisfino le esigenze terapeutiche dei pazienti, riducendo al contempo l’impatto ambientale;
  4. d) ridurre la dipendenza diretta da materie prime provenienti da Paesi extra UE, fare in modo che si armonizzino agli standard internazionali di qualità e sicurezza dei farmaci e aiutare le aziende europee a competere a livello globale su un piano di parità.
Entro la fine dell’anno -ha concluso Stella Kiriakydes- presenterò un’ambiziosa strategia farmaceutica per l’Europ,a per garantire l’accessibilità economica, la sostenibilità e la sicurezza dell’approvvigionamento. La pandemia di Coronavirus ci ha mostrato più che mai che dobbiamo disporre di un sistema resistente alle crisi e dei mezzi per produrre farmaci all’interno dell’UE, per garantire agli ospedali e ai cittadini un accesso tempestivo alle medicine essenziali in ogni circostanza”. (EP)