Viene stabilito come vanno applicati al periodo d’imposta 2019

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la circolare 16/E del 16 giugno 2020, con la quale ha fornito chiarimenti in ordine all’applicazione, per il periodo d’imposta 2019, degli indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA). Ne dà notizia, con un riscontro dettagliato dei suoi contenuti (se ne suggerisce un’attenta lettura), la circolare Federfarma (prot. n. 9130/377), che analizza il documento strutturato in una parte generale e due allegati, che contengono uno schema di sintesi degli ISA interessati dalle prossime evoluzioni, tra i quali anche quello relativo alle farmacie.

All’integrale revisione di 89 indici, oggetto di un’evoluzione anticipata rispetto all’ordinaria revisione biennale, per il periodo d’imposta 2019 si è aggiunto anche l’aggiornamento dei restanti 86 ISA. Da ultimo, il D.L. “Rilancio” ha introdotto una disciplina eccezionale, limitata a specifici periodi di imposta. In particolare, per i soli periodi d’imposta in corso al 31 dicembre 2020 e 2021, si tiene conto degli effetti dell’emergenza da Covid-19. Per i periodi d’imposta in corso al 31 dicembre 2018 e 2020, vengono inoltre individuate particolari modalità di svolgimento delle attività di analisi del rischio, basate sull’esito della applicazione degli ISA.

In particolare, in relazione al periodo d’imposta 2020, la circolare ha evidenziato che: “Nello specifico, la capacità degli ISA di rappresentare le realtà dei singoli contribuenti anche a seguito delle ricadute sul periodo d’imposta 2020 del fenomeno Covid-19, dovrà essere valutata, una volta effettuati i necessari interventi di adeguamento dello strumento, in fase di applicazione basandosi sulle specificità di ciascun contribuente e non aprioristicamente ex ante in modo generale e astratto”.

Tale chiarimento è fondato sulla base del principio secondo cui le situazioni di natura straordinaria, che causano mutamenti imprevedibili nelle condizioni di svolgimento delle attività economiche o delle aree territoriali, rappresentano un elemento di cui gli ISA dovrebbero essere in grado “sempre” di tenere conto, ai fini della loro capacità a rappresentare la realtà delle attività economiche cui si riferiscono.

La circolare fornisce, da ultimo, ulteriori chiarimenti in merito all’applicazione degli Indici, sulla base di una ricognizione e conseguente raccolta sistematica delle risposte ai quesiti formulati dopo l’ultima circolare in tema di ISA, la circolare n. 20/2019. I chiarimenti hanno riguardato:

  •  gli effetti dell’applicazione degli ISA in particolari situazioni di non normale svolgimento dell’attività;
  •  la corretta compilazione dei modelli ISA 2020;
  •  i termini di presentazione della dichiarazione e punteggio ISA;
  •  il regime premiale.