Federfarma, considerato il persistere della situazione eccezionale creata dal Coronavirus e delle difficoltà che stanno attraversando le farmacie e le articolazioni della categoria a livello territoriale, ha nuovamente inoltrato la richiesta di differire i termini della consegna dei dati delle ricette, così come previsto dall’art. 50. Già nei mesi precedenti la Ragioneria generale dello Stato era stata interpellata con iniziative similari, sempre con lo scopo di ottenere un congruo differimento, in ogni caso non superiore a cinque (5) giorni.

Federfarma, quindi, ha rinnovato la richiesta in relazione alla prossima trasmissione dei dati delle ricette, questa volta relativa al mese di luglio 2020.

La Ragioneria Generale dello Stato ha comunicato che “il Sistema di accoglienza dei dati terrà conto di tale richiesta. In particolare le scadenze vengono rimodulate con le seguenti date:

  • ultima data per l’inserimento delle ricette erogate a luglio: dal 13 al 14 agosto;
  • ultima data per la variazione delle ricette erogate a luglio: dal 20 al 21 agosto”.