Le malattie reumatiche sono al centro della campagna di educazione sanitaria “Reuma che? Parlane con il tuo farmacista”, organizzata e promossa dall’Associazione nazionale persone con malattie reumatologiche e rare – Apmarr Aps in partnership con Federfarma.

È partita, in partnership con Federfarma, la campagna “Reuma che? Parlane con il tuo farmacista”, organizzata dall’Associazione nazionale persone con malattie reumatologiche e rare, per promuovere la diagnosi precoce e corretta delle malattie reumatiche.

Si tratta di una iniziativa concepita all’insegna del “conoscere per riconoscere”. La sintomatologia tipica delle patologie reumatologiche, infatti, è troppo spesso scambiata per artrosi o reumatismi, con l’effetto, deleterio, di ritardare la diagnosi precoce della malattia.

L’iniziativa rientra tra le attività della campagna #diamoduemani2020, realizzata per sensibilizzare e informare sulle patologie reumatologiche, e promossa da Apmarr in occasione della Giornata mondiale delle malattie reumatologiche del prossimo 12 ottobre.

Un corso di formazione a distanza

In particolare, la campagna, partita il 30 settembre, prevede la messa on line di un corso Fad Ecm sulla reumatologia, composto da due moduli (reumatologia e reumatologia pediatrica), rivolto alle oltre 18.000 farmacie italiane aderenti a Federfarma. Il corso, che dà 4 crediti Ecm, è accessibile dalla piattaforma fad.formedica.it. Inoltre, per informare la popolazione è stato allestita una locandina, allegata al prossimo numero, il 16, di “Farma7”, da esporre in farmacia durante la campagna, che si svolgerà nell’intero mese di ottobre.

I farmacisti che avranno partecipato al corso Fad Ecm sulla reumatologia potranno rispondere alle domande, ai quesiti e ai dubbi rivolti loro al banco da cittadini e pazienti, in merito alle malattie reumatiche, confermando così ancora una volta il ruolo della farmacia quale presidio sanitario primario per la tutela della salute dei cittadini.

Saranno poi gli stessi farmacisti, eventualmente, a indirizzare i cittadini al loro medico, ovvero a uno specialista reumatologo per maggiori e ulteriori approfondimenti sulla sintomatologia. Le persone affette da patologie reumatologiche saranno poi le protagoniste di alcuni brevi video che scorreranno sui display digitali delle farmacie, nei quali racconteranno la propria esperienza con la patologia, lanciando un messaggio positivo e di speranza.