L’Emilia Romagna garantirà test sierologici gratuiti a tutto il personale scolastico, agli studenti e alle loro famiglie, che potranno recarsi in farmacia per farli.

In Emilia Romagna test sierologici gratuiti a tutto il personale scolastico, agli studenti e alle loro famiglie, che per farli potranno recarsi nelle farmacie.

A renderlo noto è l’assessore regionale alla Sanità Raffaele Donini: “È una cosa unica in Italia ed è davvero apprezzabile la disponibilità delle farmacie: con questo accordo si confermano presìdi territoriali con un ruolo determinante per la prevenzione. L’accordo sarà oggetto di una valutazione anche da parte dei sindacati”.

L’assessore ha aggiunto: “Entro i primi giorni della prossima settimana l’accordo sarà firmato e, in tempi rapidi potremo dare il via a questa ulteriore azione di prevenzione e protezione del mondo della scuola e dare continuità allo screening sierologico al personale scolastico. Stiamo inoltre interloquendo con i medici di medicina generale per poter arrivare a un accordo anche su questa seconda fase di screening”.

Il test, su base volontaria, verrà eseguito con il metodo del pungidito, sarà gratuito e “rivolto a tutto il personale della scuola, docenti e non docenti, anche precari, che magari hanno già fatto il sierologico e tra qualche settimana ritengono di rifarlo”.

La campagna tuttavia si rivolge anche “ai genitori degli alunni in età scolare -afferma l’assessore- e addirittura, accompagnati dai genitori, anche agli stessi studenti. È una ulteriore, non obbligatoria, rete di protezione e prevenzione che mettiamo sul territorio”.

I test sierologici gratuiti permetteranno di potenziare i controlli sui positivi al Coronavirus in una fase in cui la curva dei contagi è tornata a salire, sottolinea Donini.

Gallina Toschi (Federfarma Emilia Romagna): “Le farmacie sono state scelte per la loro professionalità, la loro capillarità e per il fatto che durante la pandemia hanno dimostrato ancora una volta di essere sempre presenti”.

“Ancora una volta le farmacie dimostrano di essere sempre presenti e pronte a sostenere il Ssn”. Parla così il presidente di Federfarma Emilia Romagna, Achille Gallina Toschi, in una intervista a Filodiretto commentando l’accordo. “Le farmacie sono state scelte proprio per la loro professionalità, la loro capillarità e per il fatto che durante la pandemia hanno dimostrato ancora una volta di essere sempre presenti”. (RR)

Di test sierologici in farmacia abbbiamo parlato anche qui.