Federfarma Brescia ha promosso un’iniziativa anti-Covid dal titolo “Non abbassiamo la guardia”: un camper attrezzato sta girando per tutto il Bresciano per consentire ai cittadini di sottoporsi a tamponi e test sierologici.

Federfarma Brescia lancia l’iniziativa “Non abbassiamo la guardia”: un camper attrezzato sta girando per tutta la provincia per offrire ai cittadini la possibilità di sottoporsi a tamponi e test sierologici. Un mese di appuntamenti in tutto il Bresciano.

La campagna, appena partita, si articola in ventisei tappe, per un mese, e si propone di venire incontro alle richieste di una larga parte di popolazione di tutta la provincia, che desidera verificare la propria situazione rispetto al Coronavirus.

L’iniziativa di Federfarma Brescia è realizzata in collaborazione con Affidea, fornitore europeo di diagnostica per immagini, servizi ambulatoriali e di cura del cancro, esami di laboratorio, che opera in 280 centri in 16 paesi in Europa, di cui 22 in Italia, uno nel Bresciano, a Manerbio.

Sul camper opera personale infermieristico specializzato, per praticare i test alle persone che si saranno preventivamente prenotate nelle farmacie aderenti alla camapgna.

Sul camper di Federfarma Brescia, che coprirà tutta la provincia di Brescia, vi sarà personale infermieristico specializzato, che praticherà i test alle persone che si saranno preventivamente prenotate nelle farmacie.

Come spiegano gli organizzatori, “a bordo sarà possibile effettuare il test sierologico IgM e IgG (con prelievo venoso), mentre all’esterno sarà praticato il tampone: i dati e gli esiti vengono inseriti volta per volta nei flussi della Regione. I cittadini devono prenotare in farmacia, che fisserà l’appuntamento, e presentarsi nella data e ora indicata con la tessera sanitaria: l’unità mobile sarà nella piazza principale, ben visibile e con i loghi della campagna. Il servizio è proposto a una tariffa convenzionata e competitiva (30 euro il sierologico, 80 euro sierologico e tampone) e garantisce tutte le misure necessarie e massima riservatezza: l’esito sarà disponibile entro le successive 72 ore, scaricabile dal sito Affidea con password”. Sul sito di Affidea è disponibile il calendario delle tappe del camper.

Mottinelli, presidente di Federfarma Brescia: ““Si tratta di una campagna per la sorveglianza sanitaria nell’ambito dell’epidemia Covid-19 sull’intero territorio provinciale. Da tempo eravamo alla ricerca di una soluzione per venire incontro alle centinaia di richieste che ogni giorno ci vengono fatte in farmacia”.

“Si tratta di una campagna per la sorveglianza sanitaria nell’ambito dell’epidemia Covid-19 sull’intero territorio provinciale -dice Clara Mottinelli, presidente di Federfarma Brescia- Da tempo eravamo alla ricerca di una soluzione per venire incontro alle centinaia di richieste che ogni giorno ci vengono fatte in farmacia. Non è stato semplice trovare la formula che assolvesse a tutti gli obblighi e rispettasse tutte le normative, ma all’inizio dell’autunno, con le scuole già avviate e l’influenza alle porte, ci siamo riusciti. È una proposta in attesa che la Regione Lombardia, come già in altre Regioni italiane, autorizzi al più presto i test sierologici in farmacia. Un progetto che ci consente di raggiungere anche le aree più periferiche, dove non esistono proposte alternative di facile accesso. La farmacia si conferma così presidio fondamentale per la salute dei cittadini”.

Il progetto è stato autorizzato dalla Regione e condiviso dalla vicepresidente della commissione Sanità Simona Tironi, che commenta così:  “L’emergenza Coronavirus ci ha confermato quanto la coesione e la capacità di mettersi in gioco degli attori del mondo sanitario e sociosanitario, pubblici e privati, sia la chiave per affrontare anche le sfide più difficili. Se in tempi ordinari il ruolo delle farmacie è centrale, con l’emergenza le attività svolte da questi presidi fondamentali sul territorio è diventata ancora più importante. Il fatto che oggi si faccia un passo, anzi una tappa in più, con test e tamponi Covid-19 itineranti sul nostro territorio bresciano conferma la centralità delle farmacie come luogo del prendersi cura e la loro capacità di mettersi a disposizione delle comunità in modo innovativo, per gestire questa fase complessa al meglio e costruire le condizioni per una nuova normalità e un futuro di ripresa e senza il virus”.