Ritorna, dal 26 novembre al 20 dicembre, il “Tour della salute”, l’evento itinerante giunto alla sua terza edizione, che l’anno scorso aveva percorso 12.000 km in tutt’Italia e che quest’anno, causa l’emergenza Coronavirus, non animerà più le piazze delle principali città italiane, ma viaggerà unicamente sul web e sui canali social.

Il Tour della Salute, quest’anno alla terza edizione, si svolgerà dal 26 novembre al 20 dicembre, in versione virtuale, su internet. E continuerà via web a promuovere prevenzione, sani stili di vita, osservanza delle terapie.

Realizzato con la collaborazione di Federfarma e la sponsorizzazione di Teva Italia, il “Tour della Salute” mantiene le sue principali tematiche, e cioè promuovere uno stile di vita sano ed equilibrato, l’educazione alla prevenzione e al benessere, la sensibilizzazione sui rischi delle malattie e l’importanza dell’aderenza alle terapie.

Marco Cossolo: “Federfarma ha dato il suo patrocinio perché questa iniziativa punta alla prevenzione, al pari della Farmacia dei servizi, dove il farmacista è consigliere ed educatore nella gestione della terapia”. 

“Anche quest’anno Federfarma ha dato il suo patrocinio -ha detto il presidente Marco Cossolo alla conferenza stampa online di presentazione del “Tour della Salute”- perché questa iniziativa punta alla prevenzione, al pari della Farmacia dei servizi, dove il farmacista è consigliere ed educatore nella gestione della terapia. L’emergenza Covid-19 ha distolto l’attenzione dalle altre patologie, che ovviamente non sono sparite, e spetterà anche al farmacista affrontare i danni della mancata prevenzione di queste malattie oggi silenti”.

“Avere informazioni sanitarie corrette -ha precisato Umberto Comberiati, direttore delle Business Unit Generics di Teva Italia- è essenziale, come ci insegna l’emergenza Coronavirus, ed ecco allora l’importanza del “Tour”, il cui obiettivo è proprio diffondere la corretta prevenzione. E poi Teva è un’azienda innovativa e, quindi, incentiva l’uso degli strumenti digitali”.

Sull’importanza dell’aderenza terapeutica, si è poi soffermato Achille Gallina Toschi, presidente di Federfarma Emilia Romagna e responsabile del progetto: “Sono altissimi i costi della mancata aderenza alla terapia, come ci insegna la Pharmaceutical Care. Lo documenta anche una attenta ricerca di Nello Martini, che dimostra come ogni anno essa provochi una perdita di 3 miliardi di euro. E questo è un ambito in cui il farmacista può fare molto, nel suo ruolo di controllore dell’aderenza terapeutica”.

Un Tour della Salute molto “social”

Al “Tour della salute” partecipano autorevoli esperti delle principali società scientifiche nel campo della diabetologia, delle patologie cardiovascolari, dermatologiche e nutrizionali (Sid, Siprec, Adoi e Adi), che offriranno ai cittadini consigli qualificati e corrette informazioni sanitarie.

Sulle pagine social di Federfarma, su Facebook e sul canale Youtube del “Tour”, infatti, ogni giorno verranno pubblicati due video (alle 7 del mattino e alle 19) in cui gli esperti esporranno in “video-pillole” consigli e informazioni sulle quattro grandi aree tematiche affrontate. La prima settimana sarà dedicata alle malattie cardiovascolari, la seconda al diabete, la terza all’aderenza terapeutica e al farmaco equivalente e la quarta, infine, alla dermatite atopica e alla psoriasi. Tra una settimana, quindi, parte il viaggio, quest’anno tutto virtuale. Altre informazioni sono disponibili qui.