E’ stato rinnovato il protocollo di collaborazione sulla consegna di farmaci a domicilio tra Federfarma e la Croce rossa italiana. Il servizio garantisce la consegna dei farmaci a domicilio a favore di soggetti anziani, non autosufficienti ovvero con sintomi, affetti o in quarantena da Covid-19, attraverso il numero verde della Cri 800.065510.

Federfarma ha rinnovato il protocollo di collaborazione con la Croce rossa italiana per il servizio di consegna di farmaci a domicilio a favore di persone anziane, non autosufficienti ovvero affette o con sintomi da Coronavirus o poste in quarantena da Covid-19.

L’intesa con la Cri, sottoscritta nel marzo 2020 (vedi qui), è ora prorogata fino al termine dell’emergenza sanitaria, che il Governo ha stabilito al 31 gennaio 2021.

A chi è rivolto il servizio Federfarma-Cri

Il servizio attivato dalla Croce Rossa in collaborazione con Federfarma è destinato a:

• persone con oltre 65 anni, soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (oltre 37,5°), persone non autosufficienti o sottoposte alla misura della quarantena o, in ogni caso, risultati positivi al virus Covid-19, in possesso di prescrizione medica

L’accesso al servizio è possibile esclusivamente tramite il numero verde 800.065510, attivo 24 ore su 24, sette giorni su sette.

Il servizio è effettuato da personale della Cri, in uniforme, che si incarica di acquisire il numero di ricetta elettronica e il codice fiscale dell’assistito e si reca presso la farmacia più vicina al domicilio dell’utente, salvo diversa indicazione di quest’ultimo.

Il personale della Croce rossa ritira i farmaci, informando il farmacista nel caso siano destinati a soggetti non autosufficienti o sottoposti a quarantena o positivi al Covid-19 e anticipando gli eventuali importi dovuti (costo del farmaco o ticket). I farmaci sono infine consegnati dal personale Cri in busta chiusa all’utente, che provvede al rimborso delle spese anticipate.

Il servizio è gratuito, l’utente deve sostenere solo i costi legati all’acquisto del farmaco ovvero al pagamento del ticket. La Croce Rossa è responsabile del corretto trasporto dei farmaci dalla farmacia all’utente e della protezione dei dati personali del cittadino.

Federfarma -nella circolare 678 del 2.12.20, dedicata alla notizia del rinnovo del protocollo (vedi sito della Federazione)- sottolinea l’importanza del servizio, che ha “enorme rilevanza sociale per la popolazione e valorizza al massimo il ruolo della farmacia come primo presidio del Ssn sul territorio”.

Rimane attivo il servizio di Federfarma di consegna di medicinali a domicilio tramite il numero verde 800.189521.

L’iniziativa integra, ampliandolo e alleggerendo l’onere organizzativo a carico delle farmacie, il servizio gratuito già offerto da Federfarma tramite il numero verde 800.189521, che resta attivo.

Federfarma ricorda che questo servizio di consegna a domicilio dei farmaci “è riservato esclusivamente alle persone che sono impossibilitate a recarsi in farmacia, per disabilità o gravi malattie, e non possono delegare altri soggetti, per consegne non urgenti, alle quali provvede la farmacia”.

Il servizio è attivo nei giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17.30. L’operatore di Federfarma mette in contatto il cittadino con la farmacia per concordare tempi e modalità della consegna. La consegna è gratuita, mentre sono a carico del paziente i costi relativi all’acquisto del farmaco (eventuale ticket o prezzo del medicinale).