Il settore beauty è uno dei comparti che più sono stati favoriti dall’accelerazione dell’e-commerce sospinta dall’emergenza Coronavirus. Per quanto riguarda la farmacia, nel periodo segnato dalla pandemia, si è registrata una crescita a doppia cifra nelle vendite on line e a beneficiarne sono stati infatti soprattutto i settori Beauty e Cosmesi.

Secondo una ricerca di “idealo”, il settore beauty è tra quelli che hanno registrato i più forti incrementi nelle vendite on line nel periodo dell’emergenza Covid-19.

Infatti, l’interesse online per i settori Beauty e Cosmesi è cresciuto nel 2020 del 40,2%, secondo i dati dell’ultima ricerca di “idealo”, portale internazionale leader in Europa nella comparazione dei prezzi, di proprietà dell’editore tedesco Axel Springer. E questo grazie alla crescita, in piena pandemia, quando tutti erano bloccati a casa dal lockdown, degli investimenti in campagne di marketing digitale, social media e influencer marketing.

Considerazioni sui dati del “Settore Beauty”: tendenze e percentuali del successo online

I Millennials protagonisti
  • Innanzitutto, sono i Millennials i principali interlocutori del settore, con una percentuale del 26,2%. Sono prevalentemente donne (63,6%), tra i 25 e 34 anni, che navigano da mobile (79%) e che effettuano la maggior parte delle ricerche online il mercoledì, tra le ore 22 e le 23 di sera.
  • A livello territoriale, le tre regioni in cui l’interesse online verso i prodotti per il beauty e la cosmesi è cresciuto maggiormente nel 2020 sono state la Toscana (+81,3%), l’Abruzzo (+68,1%) e la Calabria (+59,5%). Quelle che hanno registrato il minore interesse, invece, sono state la Puglia (+27,6), l’Umbria (+15%) e la Basilicata (+12,1%).
  • Il lockdown ha favorito le ricerche online dei prodotti per la colorazione dei capelli, che sono aumentate del 264% nel 2020, come pure quelle dei prodotti per la manicure e la cura delle unghie, aumentate del 170,3%. Il dover stare chiusi in casa, invece, non ha spinto le ricerche di profumi, sia per uomo, aumentate soltanto del 26%, sia per donna (+22,8%) e neppure quelle dei deodoranti, incrementate soltanto del 28%.
Nuovi look, nuove esperienze
  • Gli uomini hanno approfittato del maggior tempo a disposizione e dello smart working per sperimentare nuovi look e favorire, per esempio, la crescita della barba. Nel 2020 l’interesse online nei confronti dei prodotti per la barba, infatti, è aumentato del 70,9%.
  • Durante i periodi del lockdown, quando il tempo a disposizione lo ha consentito, anche in Italia si è verificato un incredibile aumento d’interesse per le nuove tendenze, come, per esempio, per la routine di bellezza coreana (+134,8%) e per prodotti e cosmetici green e sostenibili (+35,3%).
  • Il confronto dei prezzi mensili online permette grandi risparmi, se si segue la fluttuazione dei prezzi e si acquista nel mese più conveniente. Per i prodotti dello skin care, per esempio, il risparmio massimo medio può anche arrivare quasi al 50%. Ci si può così avvicinare anche ai cosmetici di qualità molto alta, composti da ingredienti naturali e nel pieno rispetto della pelle come quelli della K-Beauty (cosmesi coreana).

mercato beauty online

Sulla propensione degli italiani per gli acquisti online in campo sanitario e salutistico, potete leggere un altro articolo qui.