I farmacisti lombardi e quelli che, anche se iscritti ad Albi di altre regioni, lavorano sul territorio lombardo potranno essere vaccinati contro il Sars-Cov-2 dal 20 febbraio. Lo ha dichiarato la Regione Lombardia con l’annuncio fatto dal presidente della commissione Sanità del Consiglio regionale, Emanuele Monti, incontratosi con il responsabile per la campagna vaccinale lombarda, Giacomo Lucchini.

Vaccinazione anti-Covid per i farmacisti lombardi, e per quelli di altre regioni che lavorano in Lombardia, a partire dal 20 febbraio.

Emanuele Monti ha spiegato che ai farmacisti lombardi e a quelli che operano in Lombardia sarà quindi offerta la vaccinazione già nella fase 1, insieme con tutti gli altri operatori sanitari. Ha precisato poi che il rispetto dei tempi previsti dipenderà dal numero di dosi che saranno inviate da Roma e ha auspicato in proposito una accelerazione delle forniture.

Soddisfazione è stata espressa dalla presidente di Federfarma Lombardia, Annarosa Racca, che ha così commentato: “Ringraziamo la Regione per aver aperto celermente la fase 1 anche ai farmacisti: è una scelta che rivela lungimiranza, perché consentirà alla sanità regionale di fare perno sulle farmacie per la continuazione della campagna vaccinale”

Su farmacisti e vaccinazione anti-Covid-19, si veda anche qui.