“Il diritto alla felicità” è un film italiano, patrocinato da Federfarma e dedicato all’Unicef (presentazione in anteprima il 23 aprile, a cura del Centro per il libro e la lettura, in collaborazione con Imago Film, società produttrice del film, scritto e diretto da Claudio Rossi Massimi).

“Il diritto alla felicità” è un film di Claudio Rossi Massimi, prodotto da Imago Film e dedicato all’Unicef: ha ricevuto il patrocinio di Federfarma, che ne condivide il messaggio a favore dell’amicizia e dello scambio solidale tra culture ed esperienze diverse.

Il film racconta una storia di amicizia tra due persone di cultura, nazionalità, generazione ed esperienze diverse: Libero, un venditore di libri usati (interpretato da Remo Girone) ed Essien, un ragazzino immigrato in Italia da pochi anni, che impara a conoscere e ad amare la cultura occidentale grazie ai libri che Libero gli presta o gli regala. Una vicenda umana che sottolinea l’importanza dei valori del dialogo, della conoscenza, della solidarietà e dell’accoglienza.

Per il suo valore artistico e per il suo importante contenuto sociale e culturale, il film (che ha ricevuto il supporto non condizionato di Sanofi) è dedicato all’Unicef e parte dei proventi derivanti dalla sua distribuzione sul territorio nazionale e internazionale saranno devoluti a Unicef Italia.

Federfarma condivide il messaggio contenuto nel film e ha dato il proprio patrocinio all’opera, considerando i principi ispiratori del progetto “in piena sintonia con il ruolo svolto dalle farmacie ogni giorno sul territorio per accogliere i cittadini e superare le diseguaglianze sanitarie”, come ricorda il segretario nazionale di Federfarma Roberto Tobia. Tramite Farma 7 è stata infatti distribuita una locandina del film, da esporre in farmacia.

Aggiunge poi Tobia: “Il film offre suggestioni e spunti di riflessione su temi molto importanti, quali la fiducia che alimenta le relazioni interpersonali o la condivisione della conoscenza come difesa contro la disinformazione: proprio come avviene in farmacia, nel rapporto quotidiano con i cittadini, che spesso entrano semplicemente per avere un consiglio o essere rassicurati sul corretto uso di un farmaco”.

Il comunicato congiunto Federfarma-Unicef-Imago-Sanofi sulla presentazione del film è reperibile sul sito di Federfarma.