Le farmacie inglesi distribuiscono gratuitamente a persone asintomatiche test anti-Covid da eseguirsi fuori dalla farmacie e sono remunerate per il servizio offerto.

Con il servizio Pharmacy Collect le farmacie inglesi offrono gratuitamente a cittadini asintomatici che hanno necessità di verificare la loro eventuale positività un kit per test anti-Covid da eseguire fuori dalla farmacia.

“Oltre nove farmacie su 10 stanno distribuendo i kit per i test rapidi per lo screening contro Covid-19 in tutta l’Inghilterra nell’ambito del servizio Pharmacy Collect, dando un contributo inestimabile al nostro servizio sanitario”. Così il segretario inglese alla Salute Matt Hancock ha salutato il nuovo servizio Pharmacy Collect, lanciato il 29 marzo scorso, che permette ai pazienti asintomatici di ritirare gratuitamente i kit per il test anti-Covid presso la loro farmacia.

Come riportato da Chemist & Druggist, si tratta di un nuovo servizio offerto dalle farmacie inglesi, che è stato aggiunto a quelli forniti in Convenzione. Una volta sottoscritto, le farmacie possono offrire gratuitamente ai pazienti i kit per il test, da autosomministrare fuori dalla farmacia.

Il personale della farmacia non è quindi coinvolto nelle fasi successive del test relative all’ottenimento e alla registrazione dei risultati. “I test devono essere condotti fuori dalla farmacia”, dice il Comitato di negoziazione dei servizi farmaceutici (Psnc). I pazienti hanno però a disposizione il numero 119 in caso di necessità. Ampliare i test degli asintomatici è una “parte essenziale della lotta nazionale contro il Covid-19”, afferma il Psnc.

Per quali soggetti è previsto il servizio

Il servizio è previsto per i pazienti asintomatici che hanno bisogno di fare regolarmente i test per Covid-19, come, per esempio, il personale scolastico o il personale obbligato a recarsi sul posto di lavoro. Non c’è un’età minima per usare i kit, ma l’età raccomandata è 18 anni, anche se i farmacisti possono usare il loro giudizio professionale sull’opportunità di fornire il kit a persone più giovani.

A casa, il paziente che effettua il test procede con il tamponare le tonsille e l’interno del naso; il risultato si ottiene dopo 30 minuti poiché non occorre inviare il test a un laboratorio.

Ogni kit contiene sette test e il farmacista può fornire, al paziente che lo richiede, fino a un massimo di quattro kit alla volta. Ogni confezione permette all’individuo di eseguire due test a settimana per un periodo di tre settimane. Una mappa on line mostrerà le farmacie dove trovare i test.

Al momento della richiesta da parte del paziente, il personale della farmacia è tenuto a chiedere se abbia o meno già ritirato il kit, il motivo della richiesta del test e la fascia d’età della persona che usa il kit. Se il motivo per cui la persona sta raccogliendo il kit di test non è tra quelli previsti dalla Convenzione, il personale della farmacia dovrà registrare il motivo per cui la persona sta richiedendo la fornitura. Le risposte alle domande devono essere inserite nel portale del Nhs, il Servizio sanitario inglese. Il farmacista dovrà inoltre assicurarsi che le persone che ritirano i kit comprendano alcune informazioni essenziali, compresa l’importanza di riportare i loro risultati positivi o negativi usando le istruzioni contenute nella scatola.

Contributi e indennità per le farmacie

Le farmacie iscritte al servizio prima del 18 aprile hanno pagato una quota di iscrizione anticipata di 200 sterline (230,13 euro) più Iva e riceveranno un contributo una tantum di 250 sterline (287,67 euro) per coprire i costi della nuova procedura, la formazione del personale e la conservazione dei kit di test. Per la dispensazione riceveranno un’indennità di £1,50 (1,73 euro) più Iva per test.

Il segretario alla Salute, parlando alla Camera dei Comuni lo scorso 19 aprile, si è detto felice che il Dipartimento della salute e dell’assistenza sociale (Dh), in collaborazione con il Nhs, abbia “ora esteso il servizio Pharmacy Collect a oltre nove farmacie su 10. L’offerta universale di test, per cui chiunque può essere sottoposto a test fino a due volte a settimana, è ora gratuita e facilmente accessibile a chiunque lo desideri grazie alle farmacie locali. Le farmacie danno un contributo inestimabile al nostro servizio sanitario […] nella lotta contro Covid 19. Ora, giocheranno un ruolo chiave nel nostro programma di test rapidi, che è uno strumento vitale per riaprire la società nei prossimi mesi”, ha dichiarato Hancock.

Conclude così il segretario alla Salute: “Sono entusiasta del livello di interesse e di quanto sia stata rapida la risposta delle farmacie a partecipare. Il test richiede solo 30 minuti e aiuterà le persone a fermare la diffusione del virus, proteggendo famiglie e comunità e salvando vite”. (EP)

Un altro articolo sulle farmacie inglesi potete leggerlo qui.