Gli integratori alimentari piacciono agli italiani. Secondo una recente ricerca della società Eumetra, infatti, il 50% della popolazione ne fa uso, qualche volta o spesso.

La ricerca “Benessere e Sostenibilità”, condotta da Eumetra, rileva che il 50% degli intervistati dichiara di fare uso, talvolta o spesso, di integratori alimentari.

Eumetra ha intervistato un campione di tremila persone, rappresentativo della popolazione web residente in Italia, e ha rilevato che il 50% degli interpellati afferma di fare uso, più o meno frequente, di integratori alimentari.

Chi sono i maggiori consumatori di integratori alimentari?

La ricerca “Benessere e Sostenibilità” di Eumetra illustra dove e come si articola il consumo degli integratori nella popolazione italiana. Vediamo in sintesi alcuni risultati.

  • Le donne giovani sono le principali consumatrici di integratori.
  • La fascia di età che più ne fa uso è quella compresa tra i 18 e i 25 anni, dove il consumo di questi prodotti riguarda il 53% degli individui.
  • Il consumo è più diffuso nelle città con più di centomila abitanti.
  • L’utilizzo di integratori è maggiore nelle fasce sociali più benestanti e con più alto livello di istruzione: nella popolazione con stato sociale elevato la percentuale di consumatori arriva al 63%.

Gli integratori più acquistati

La ricerca di Eumetra ci dice anche quali sono i prodotti prescelti dai consumatori.

  • Il 72% utilizza integratori per la prevenzione, in particolare per il rafforzamento delle difese immunitarie (prevalentemente si tratta di persone tra i 45 e i 65 anni).
  • Il 69% acquista energetici per sostenere il proprio tono fisico (in questa fascia sono più numerosi gli uomini, specialmente i più giovani, under 25).
  • Il 50% utilizza integratori indicati per disturbi specifici, come quelli intestinali.
  • Il 49% degli intervistati dichiara di utilizzare integratori per il benessere (depurazione, gambe pesanti, rinforzo di capelli e unghie, eccetera).

Quando si usano e chi li consiglia

La ricerca mostra inoltre che l’87% dei consumatori usa gli integratori non in modo continuativo, ma saltuario o limitato a particolari periodi.

Il consiglio del medico come motivazione all’utilizzo è indicato dal 27% degli intervistati, quello del farmacista dal 15%. Ma l’iniziativa parte solitamente da una scelta autonoma del singolo (e questo vale più per gli uomini che per le donne).