Il numero di 17 milioni di vaccinati al mese nelle farmacie è raggiungibile: basterebbero 30 dosi quotidiane somministrate in ognuna delle 19.000 farmacie italiane. Il dato emerge da una ricerca del Censis, realizzata in collaborazione con Adf (Associazione distributori farmaceutici) e Federfarma Servizi (l’Associazione nazionale delle aziende di distribuzione e servizi di proprietà dei farmacisti).

Secondo una ricerca Censis-Adf-Federfarma Servizi, sarebbe possibile raggiungere una quota di 17 milioni di vaccinati al mese con 30 dosi giornaliere in ogni farmacia territoriale.

L’obiettivo di 17 milioni di vaccinati al mese in farmacia non sarebbe irrealistico e darebbe una forte accelerazione alla campagna vaccinale, che, in questi giorni, per ragioni diverse, sta rallentando il passo.

La ricerca valuta che già con 20 dosi al giorno per ciascuna delle 19.000 farmacie presenti sul territorio si vaccinerebbero quotidianamente 380.000 persone, cioè più di 11 milioni al mese, in aggiunta ai vaccinati negli hub. E sarebbe un significativo risultato. Ma il sistema organizzato e coordinato, tra aziende di distribuzione farmaceutica e rete delle farmacie territoriali (che ha retto e funzionato con efficienza anche sotto la pressione della pandemia), permetterebbe di alzare l’asticella a 30 dosi giornaliere e arrivare quindi a quei 17 milioni di vaccinazioni.

Sottolinea il comunicato congiunto di Adf-Censis-Federfarma Servizi: “Sarebbe una spinta decisiva per l’attuale campagna vaccinale e per quelle eventuali future, resa possibile da professionalità e dotazioni tecnologiche del settore della distribuzione intermedia farmaceutica e dalle farmacie, protagoniste primarie della nostra sanità di prossimità”.

La fiducia dei cittadini nel sistema di distribuzione e dispensazione del farmaco

Il comunicato cita anche dati che attestano la fiducia e l’apprezzamento degli italiani verso il sistema di distribuzione e dispensazione del farmaco. Vediamo alcuni dei numeri riportati.

  • Per 9 italiani su 10, la possibilità di disporre sempre dei farmaci di cui necessitano nella propria farmacia, oppure di averli comunque entro poche ore, quando non immediatamente disponibili, è una garanzia per la propria salute.
  • Il 93,7% apprezza che il servizio venga assicurato anche nei comuni di piccole dimensioni, più difficili da raggiungere.
  • Per l’82,1% la nuova sanità di territorio non funzionerà senza l’indispensabile servizio puntuale della distribuzione farmaceutica presso le farmacie.

Sui vaccini in farmacia, si veda anche sul nostro sito qui e qui.