Quasi 3.250 farmaci validi (per la precisione, 3.247 confezioni) sono stati recuperati e donati a persone bisognose a Bari con la campagna “Recupero farmaci validi”, promossa da Fondazione Banco Farmaceutico onlus in collaborazione con Intesa Sanpaolo.

Primi risultati della campagna “Recupero farmaci validi” a Bari: tra gennaio e giugno 2021 sono state recuperate in farmacia 3.247 confezioni di medicinali, pari a un valore di 107.495 euro.

L’iniziativa “Recupero farmaci validi” si è diffusa in varie parti d’Italia e complessivamente, negli ultimi quattro anni, dal 2018, ha permesso di sostenere 75 realtà assistenziali e aiutare così 464.576 persone in stato di bisogno in tante città italiane.

Il progetto “Recupero farmaci validi” di Banco Farmaceutico ha avuto inizio nel 2013 e dal 2018 si è espanso, grazie anche all’accordo con Intesa Sanpaolo, arrivando complessivamente a raccogliere 1.054.024 farmaci (pari a un valore di 16.358.354 euro) in 21 città. Nei primi sei mesi del 2021 sono stati raccolti 142.744 farmaci, pari a un valore di 2.563.865 euro.

Quest’anno la campagna è approdata anche a Bari, dove ha consentito il recupero di 3.247 confezioni di medicinali non scaduti, pari a un valore di 107.495 euro.

L’iniziativa è stata realizzata con il sostegno dell’Assessorato alla Città solidale e inclusiva del Comune di Bari, dell’Ordine dei Farmacisti della Provincia di Bari e di Barletta Andria Trani (Bat), di Federfarma Bari, di Caritas Diocesana Bari Bitonto e dell’Associazione di Solidarietà Sociale Rogazionisti Cristo Re onlus.

Undici sono le farmacie del territorio che hanno aderito all’iniziativa; i farmaci sono stati consegnati all’Emporio della Salute, che, oltre a dispensare farmaci alle persone indigenti, svolge il ruolo di hub, al quale possono accedere le Caritas parrocchiali e le realtà assistenziali del territorio di Bari convenzionate con Banco Farmaceutico. Sinora hanno beneficiato dei medicinali raccolti 1.300 persone in stato di indigenza.

Nella campagna di recupero di farmaci validi, i cittadini possono recarsi nelle farmacie aderenti e -assistiti dal farmacista- donare i farmaci non scaduti (con almeno otto mesi di validità), che vengono poi consegnati agli enti assistenziali convenzionati con Banco Farmaceutico.

Per maggiori informazioni, consultare il sito del Banco Farmaceutico, qui.