Un’intesa FederSalus-Fondazione Lorenzini per migliorare la conoscenza generale sugli integratori alimentari “con un approccio sperimentale e scientifico”. Questa è la finalità dell’accordo appena raggiunto tra l’Associazione nazionale produttori e distributori di prodotti salutistici e la fondazione scientifica no profit che porta il nome di Giovanni Lorenzini.

Un accordo di collaborazione FederSalus-Fondazione Lorenzini per rafforzare la conoscenza degli integratori alimentari.

L’accordo tra FederSalus e la Fondazione Giovanni Lorenzini, si pone “l’obiettivo di contribuire alla ricerca scientifica nell’ambito della nutrizione integrata che permetta la crescita continua del settore e ne accresca la sua reputazione, presso le istituzioni, i consumatori finali e tutti gli altri stakeholder coinvolti”.

FederSalus e Fondazione Lorenzini si dichiarano quindi “impegnati a costruire una maggior conoscenza sul significato di nutrizione integrata e sui benefici che questa può apportare agli individui”.

L’accordo FederSalus-Fondazione Lorenzini si propone “di effettuare studi clinici e diffonderne i risultati che possano documentare l’efficacia, la sicurezza degli integratori alimentari e il ruolo nella prevenzione e nel mantenimento di un buono stato di salute”.

Più in particolare, l’intesa prevede che Fondazione Giovanni Lorenzini metta “a servizio delle aziende associate di FederSalus le proprie competenze e l’attività scientifica per progettare il disegno e lo sviluppo di protocolli di ricerca che contribuiscano a validare l’uso delle sostanze impiegate negli integratori alimentari e rafforzare la credibilità di tutto il comparto”.

FederSalus, da parte sua, “si impegna a coinvolgere i suoi associati per favorire lo sviluppo di progetti collaborativi”.

Sul mercato degli integratori alimentari, si veda, sul nostro sito, qui.