Cosmofarma ReAzione si apre domani alla Fiera di Bologna. Dopo un anno di sospensione causa Covid-19, torna dunque Cosmofarma, che quest’anno ha aggiunto al suo nome il sostantivo “ReAzione” e la frase “I valori al centro”, proprio per evidenziare la volontà di reagire e la determinazione nel voler affrontare le sfide del futuro.

Da domani alla Fiera di Bologna si svolgerà, sino al 12 settembre, la grande manifestazione sul mondo della farmacia “Cosmofarma ReAzione – I valori al centro”.

Empatia, ascolto, tempo, inclusività, resilienza, fiducia, salute, relazioni umane, libertà e sostenibilità: sono questi i valori che devono contraddistinguere il lavoro del farmacista e che “Cosmofarma ReAzione” vuole declinare, da giovedì 9 a domenica 12 settembre, grazie a un ricco programma di incontri.

Sono, infatti, previsti ben 50 tra convegni, seminari e workshop, che affronteranno temi strategici per la farmacia, suddivisi in quattro filoni: scientifico, manageriale, istituzionale e ReAzione.

Proprio ai valori, per esempio, è ispirata la “Cosmofarma Business Conference”, con la lectio magistralis tenuta dallo psicoanalista Massimo Recalcati, ma spunti di riflessione verranno anche offerti da altri importanti incontri, come “I paradigmi del futuro” enunciati da Francesco Morace, o dall’indagine “Barometro Farmacia” a cura di Doxa Pharma.

Occasioni di dibattito verranno anche dal corso su “Presenza digitale e Social network in farmacia”, dal “Nutraceuticals Conference” e dal “Cosmetic Summit”, mentre indispensabili per capire come la categoria intende sindacalmente e professionalmente muoversi saranno i numerosi incontri organizzati da Federfarma e Sunifar, da Fofi, Utifar, Fondazione Cannavò, Fenagifar (vedi, sul nostro sito, qui).

Il futuro della farmacia

Nella conferenza stampa di presentazione di Cosmofarma 2021, tenutasi a Milano, il presidente della Fofi Andrea Mandelli si è soffermato sulla necessità di potenziare ora il ruolo del farmacista nella sanità territoriale. Di fronte all’emergenza Coronavirus, ha affermato, “tutta la professione ha dato prova, in condizioni spesso estreme, di essere un elemento fondamentale dell’assistenza e di questo il Ssn e tutto il sistema salute devono tenere conto nel progettare il futuro della tutela della salute, in particolare sul territorio”.

Il presidente nazionale di Federfarma Marco Cossolo ha sottolineato come la pandemia abbia “accelerato il processo di sviluppo della farmacia, che ha saputo reagire all’emergenza sanitaria offrendo prontamente i servizi necessari a soddisfare le nuove esigenze di salute dei cittadini, dimostrando di essere a pieno titolo  il primo presidio di prossimità sul territorio, perfettamente integrato nel Servizio sanitario nazionale”.

Un appuntamento imperdibile per tutti i farmacisti

“È un’edizione straordinaria -ha infine precisato Francesca Ferilli, direttore generale di Bos- che nasce sotto il segno della ripartenza, della ReAzione appunto”.

Partecipare alla Fiera di Bologna alla ripartenza di Cosmofarma diventa allora per tutti i farmacisti un’occasione imperdibile per capire i cambiamenti in atto e riflettere sul proprio futuro.