Per la vaccinazione antinfluenzale in farmacia è obbligatorio per i farmacisti seguire il corso Fad-Ecm predisposto dall’Istituto superiore di sanità e pubblicato sulla piattaforma eduiss.

È disponibile il corso Fad-Ecm obbligatorio per l’abilitazione dei farmacisti alla vaccinazione antinfluenzale, predisposto dall’Istituto superiore di sanità.

Il corso -spiega Federfarma nella Circolare 595/2021- è accessibile solo ai farmacisti che hanno superato i due moduli del corso per l’abilitazione alla somministrazione del vaccino anti Sars-CoV-2 (si veda la piattaforma eduiss). Anche per la somministrazione del vaccino antinfluenzale è necessario l’Attestato di compiuta esercitazione pratica.

Il corso Iss è intitolato “Campagna vaccinale antinfluenzale 2021-22: focus di approfondimento per la somministrazione in sicurezza del vaccino antinfluenzale nelle farmacie”. La sua frequenza e il suo superamento (6 crediti formativi) costituiscono requisito obbligatorio per l’abilitazione dei farmacisti alla somministrazione in farmacia del vaccino antinfluenzale.

Federfarma osserva che, mentre per la frequenza dei 2 moduli del corso riguardante la vaccinazione Covid-19 è necessario ricevere dall’Ordine provinciale di competenza specifiche chiavi di accesso, per accedere a quello sulla vaccinazione antinfluenzale non è necessario disporre di chiavi specifiche: è sufficiente inserire le proprie credenziali di accesso alla piattaforma eduiss.

L’avvio della vaccinazione antinfluenzale in farmacia

L’effettivo avvio delle somministrazioni di vaccini antinfluenzali in farmacia ai soggetti (di età non inferiore a 18 anni) che ne hanno diritto con oneri a carico del Ssn potrà avvenire solamente una volta che la Regione di appartenenza avrà recepito il Protocollo nazionale (sul nostro sito vedi qui).

La somministrazione con oneri a carico del paziente (sempre di età non inferiore a 18 anni), invece, potrà essere avviata immediatamente. Il Protocollo nazionale prevede una remunerazione di 6,16 euro per l’inoculazione, che il cittadino è chiamato a pagare in aggiunta al costo del vaccino.

Sia nel caso di somministrazione con oneri a carico del Ssn sia con oneri a carico del cittadino non è necessaria la prescrizione medica per il vaccino. La prescrizione medica è necessaria qualora il cittadino acquisti il vaccino, ma non ne richieda la somministrazione in farmacia.

Per approfondimenti si rimanda alla lettura completa della Circolare 595, disponibile sul sito.