La campagna vaccinale anti-Covid va avanti, da un lato con la somministrazione delle prime dosi a chi ancora non si è vaccinato, dall’altro con l’inoculazione della terza dose a fasce crescenti di popolazione. Contemporaneamente è cominciata anche la campagna per la vaccinazione contro l’influenza stagionale. Il Commissario straordinario per l’emergenza Covid- 19, Francesco Paolo Figliuolo, ha ritenuto quindi opportuno intervenire con una propria nota del 4 novembre per dare indicazioni in materia. Ne dà notizia Federfarma con la Circolare 608/2021 (vedi sito, area riservata).

Il Commissario straordinario Figliuolo dà indicazioni sulla prosecuzione della campagna vaccinale anti-Covid, che coinvolge anche i farmacisti.

Il generale Figliuolo ha inviato la sua Nota a tutti i Ministeri interessati, alle Regioni e per conoscenza alla rete delle farmacie, sottolineando l’importanza di incrementare il ritmo di somministrazione delle terze dosi e di proseguire con il completamento dei cicli vaccinali primari.

Per conseguire tali obiettivi, la circolare invita i Ministeri interessati e le Regioni a:

  • rinforzare l’informazione e la sensibilizzazione sulla vaccinazione anti-Covid-19, considerando la possibilità di programmarne la somministrazione anche in concomitanza con il vaccino antinfluenzale
  • garantire, accanto alle procedure già in essere, anche la possibilità di accedere alla vaccinazione direttamente presso gli hub vaccinali, senza prenotazione
  • ricorrere in modo sistematico alla “chiamata attiva” prenotando la dose “booster” per i soggetti interessati con il più ampio coinvolgimento di mmg, pls e farmacisti

La circolare del Commissario straordinario -osserva Federfarma- ritiene che tali azioni andranno applicate dalle Regioni anche in caso di futuro ampliamento dei gruppi target destinatari del ciclo vaccinale primario (ossia la popolazione pediatrica tra i 5 e gli 11 anni) o della dose “booster” (come, per esempio, le classi di età inferiori a 60 anni).