Il Progetto Mimosa a sostegno delle donne vittime di violenza domestica -patrocinato, tra gli altri, da Federfarma, Farmaciste insieme e Fondazione Vodafone Italia- ha una forte valenza sociale, soprattutto nel perdurare dell’emergenza legata alla pandemia, che spesso limita, per le donne in difficoltà, le possibilità di chiedere aiuto all’esterno (del progetto abbiamo parlato, sul nostro sito qui).

Il Progetto Mimosa a favore delle donne vittime di violenza domestica, che coinvolge direttamente le farmacie, si è potenziato con un utile strumento: l’applicazione mobile Bright Sky.

Da qui l’importanza di coinvolgere le farmacie che, grazie alla loro capillarità sul territorio, sono molto spesso il primo punto di informazione al quale le donne si rivolgono per avere aiuto.

Se ne è parlato questa mattina, nel corso di un webinar, tenutosii in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne (25 novembre) per tracciare un bilancio del progetto e per delinearne i futuri sviluppi.

L’importanza della collaborazione delle farmacie è evidenziata da due fattori: dal rapporto di fiducia che porta le persone a rivolgersi al farmacista come a un consulente, e dalla forte presenza femminile (80%, fra gli oltre 70mila farmacisti che lavorano in farmacia). In sette mesi, per esempio, sono stati distribuiti un milione e 900mila volantini informativi, esauriti in poco tempo.

Quest’anno, poi. il Progetto Mimosa si è arricchito di una preziosa risorsa informativa per supportare le donne in difficoltà: l’applicazione “Bright Sky”, una app mobile di Fondazione Vodafone che fornisce strumenti utili alle donne che subiscono violenza domestica e maltrattamenti.

La partnership con Farmaciste Insieme e Federfarma, lanciata nel marzo 2021, ha portato a un +10% di download dell’app stessa. Scaricabile gratuitamente, Bright Sky può essere utilizzata non soltanto dalle donne che subiscono maltrattamenti, ma anche da parenti, amici, colleghi di lavoro, associazioni e da tutti coloro che sono vicini a donne maltrattate. È inoltre disponibile una versione browser, che rende accessibile l’app anche a coloro per cui sia impossibile utilizzarla da mobile per ragioni di sicurezza.

Pellegrini Calace (Federfarma): “Questo progetto ci vede uniti con l’obiettivo di dare un aiuto concreto alle donne vittime di violenza”.

“Federfarma sostiene con convinzione, da anni, il Progetto Mimosa. Solo lavorando insieme riusciremo ad avviare un profondo cambiamento culturale che possa contrastare efficacemente la violenza di genere -afferma Michele Pellegrini Calace, tesoriere di Federfarma e moderatore del webinar- L’accoglienza e l’ascolto rientrano nel nostro Dna professionale. Ogni giorno i cittadini che entrano con fiducia nelle nostre farmacie ottengono risposte ai loro bisogni, non solo di salute. Questo progetto ci vede uniti con l’obiettivo di dare un aiuto concreto alle donne vittime di violenza”.