Il Ministero della Salute ha aggiornato l’elenco dei prodotti senza glutine erogabili in regime di Ssn escludendo un numero notevole di confezioni, circa quattromila. Lo segnala Federfarma con la Circolare 139/2022, disponibile nell’area riservata del sito della Federazione.

Con un aggiornamento del registro dei prodotti senza glutine, il Ministero della Salute ha escluso circa 4000 confezioni dalla erogabilità in regime di Ssn.

Il Ministero ha disposto l’aggiornameno del registro dei prodotti senza glutine introducendo questa esclusione a causa della mancata notifica di quelle referenze al dicastero.

Federfarma precisa che l’esclusione “ovviamente non riguarda la vendibilità dei prodotti in esame, che sono regolarmente cedibili per contanti ai cittadini”. Inoltre, fa presente che “Banca Dati è in costante contatto con le aziende interessate per eventualmente ripristinare la condizione di erogabilità in regime di Ssn, non appena venga fornita, da parte delle singole aziende produttrici, la documentazione comprovante l’espletamento delle procedure in questione presso il Ministero della Salute”.

Nel frattempo, poiché l’elenco dei prodotti attualmente esclusi dalla rimborsabilità è in continuo aggiornamento, Federfarma invita le farmacie “a porre la massima attenzione nel verificare l’effettiva erogabilità dei prodotti per celiachia al momento della cessione dei medesimi ai cittadini, tenendo conto che Banca Dati è in costante aggiornamento”.