“Integratori & Salute” è la nuova associazione delle imprese del settore dell’integrazione alimentare. È nata dalla fusione per incorporazione di “FederSalus” in “Unione Italiana Food” (ne avevamo anticipato la formazione sul nostro sito qui). Secondo il suo presidente Germano Scarpa, avrà un rapporto di stretta collaborazione con la farmacia, il canale principale di acquisto degli integratori alimentari, dove rappresenta il secondo mercato in valore, dietro l’etico., per un valore pari a oltre l’80% del fatturato complessivo italiano, che ammonta a oltre 2 miliardi 800mila euro.

Dalla fusione per incorporazione di “FederSalus” in “Unione Italiana Food” è nata “Integratori & Salute”, la nuova associazione delle aziende del comparto degli integratori alimentari, che trova nella farmacia il principale canale di acquisto, dove rappresenta il secondo mercato in valore, dietro l’etico.

In un’intervista che potrete leggere nella sua interezza sul numero 4 di Farma Mese, di prossima pubblicazione, il presidente Scarpa dichiara che “Integratori & Salute”, nell’ambito della propria missione associativa, continuerà a dare supporto ai farmacisti, in un percorso che li conduca a rinforzare il loro ruolo di primo presidio territoriale della salute a 360 gradi”.

Infatti, continua Scarpa, “il settore degli integratori alimentari è ormai fondamentale per il canale farmacia, in quanto legato ai concetti di salute, benessere e prevenzione; concetti basilari della cosiddetta “farmacia di relazione”, nella quale, oltre ai servizi citati, viene sviluppata -e sostenuta- una relazione consulenziale diretta con il cliente, necessaria per fidelizzarlo sempre di più a questo canale di vendita”.

In un’ottica di collaborazione con la farmacia, “Integratori & Salute” si aspetta quindi “un farmacista che guidi e consigli il consumatore nella scelta di un integratore che risponda ai suoi bisogni e, soprattutto, che riconosca con la sua competenza professionale i prodotti di qualità”.

La nuova realtà associativa si propone più in generale di raccogliere l’eredità delle due rappresentanze da cui nasce per svilupparne con maggiore forza gli obiettivi, cioè la promozione dell’immagine e della consapevolezza in materia di integrazione alimentare e la valorizzazione dell’importanza degli integratori nell’ambito della cura della salute.

La nuova associazione è impegnata ora non soltanto ad allargare il dialogo con le istituzioni nazionali e i più importanti stakeholder, ma anche a sviluppare il rapporto con le federazioni Ehpm (European Federation of Associations of health products manufacturers) e Food Supplement Europe. Proprio di questi giorni, tra l’altro, è la notizia della conferma alla presidenza di Ehpm di Antonino Santoro, membro di “Integratori & Salute”.

L’Italia è il maggior produttore europeo di integratori alimentari

L’obiettivo è rafforzare la rappresentanza del comparto in Europa, anche in considerazione del fatto che l’Italia è il principale mercato europeo degli integratori.

Infatti -sottolinea Scarpa- “il mercato degli integratori alimentari in Italia vale oltre 3,7 miliardi di euro, con una crescita media registrata, tra il 2014 e il 2020, dell’8,2%. L’Italia è il principale produttore europeo (29% del valore totale del mercato europeo, che supera i 13 miliardi), seguito dalla Germania (con una quota del 19%) e dalla Francia (con il 9%)”.

Pertanto, “Integratori & Salute” lavorerà per valorizzate le esperienze nel tempo maturate dalle due associazioni, grazie a un potenziamento dei servizi agli associati, al monitoraggio costante del mercato e ai corsi d’aggiornamento su tematiche tecnico-scientifiche, fiscali e commerciali.