I corsi dell’Istituto superiore di sanità per l’ablitazione alla vaccinazione in farmacia (anti-Covid e anti-influenza) hanno nuovi termini per l’iscrizione e la fruizione.

L’Istituto Superiore di Sanità ha prorogato i termini di iscrizione (al 7 ottobre 2022) e di fruizione (al 14 ottobre 2022) dei corsi obbligatori per l’abilitazione dei farmacisti alla somministrazione dei vaccini anti-Covid-19 e antinfluenzale.

I nuovi termini per iscriversi e partecipare ai corsi obbligatori che danno l’abilitazione  a praticare la vaccinazione in farmacia contro Covid-19  e influenza sono, rispettivamente, il 7 ottobre 2022 e il 14 ottobre 2022

I corsi dell’Istituto Superiore di Sanità

1) “Campagna vaccinale Covid-19: la somministrazione in sicurezza del vaccino anti- SarsCoV-2/Covid-19”, destinato a tutto il personale sanitario interessato alla somministrazione del vaccino

2) “Campagna vaccinale Covid-19: focus di approfondimento per la somministrazione in sicurezza del vaccino anti-Sars-CoV-2/Covid-19 nelle farmacie”, riservato ai farmacisti

3) “Campagna vaccinale antinfluenzale 2021-22: focus di approfondimento per la somministrazione in sicurezza del vaccino antinfluenzale nelle farmacie”, riservato ai farmacisti.

Tutti i moduli sono pubblicati sulla piattaforma dell’Iss.

Maggiori informazioni si possono trovare nella Circolare di Federfarma 266/2022 (sul sito della Federazione) nella quale si ricorda che il corso 1) è propedeutico al corso 2) e che i corsi 1) e 2) sono propedeutici al corso 3). Pertanto, per ottenere l’abilitazione come farmacista vaccinatore anti-Covid-19 è necessario aver completato il percorso formativo comprendente i corsi 1) e 2), mentre per l’abilitazione alla somministrazione di vaccini antinfluenzali è necessario aver completato tutti e tre i corsi.

Inoltre, Federfarma sottolinea che il percorso formativo per le vaccinazioni in farmacia è integrato con l’invio all’Ordine provinciale dei farmacisti di un modulo di attestazione, con cui un professionista sanitario già abilitato alla somministrazione vaccinale, quindi anche un farmacista già abilitato, certifica che il farmacista aspirante vaccinatore ha correttamente espletato l’esercitazione pratica finalizzata all’attività di inoculazione.