Nelle farmacie spagnole è in corso una campagna di informazione sul corretto uso dei medicinali in particolare quando si pensa di mettersi al volante della propria auto.

Una campagna di informazione su farmaci e guida dell’auto è in corso nelle farmacie spagnole: il professionista al banco è a disposizione per dare consigli ai cittadini.

La campagna, che vede i farmacisti protagonisti, è volta a sensibilizzare i cittadini sull’uso consapevole dei farmaci e, in particolar modo, punta a far conoscere ai pazienti i possibili effetti indesiderati e le controindicazioni dei medicinali in caso di guida dell’auto.

Nel corso di queste vacanze, dunque, i tanti pazienti spagnoli che si accingono a intraprendere un viaggio in auto potranno recarsi in una delle 22.137 farmacie di Spagna per ottenere informazioni specifiche sui medicinali che stanno assumendo e sapere se questi possano influenzare negativamente la guida.

I farmacisti, in virtù della loro vicinanza e del contatto diretto con il paziente, svolgono un ruolo essenziale nel sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della sicurezza stradale. Secondo studi recenti, infatti, ricevere informazioni sugli effetti di un determinato farmaco sulla guida può ridurre il tasso annuo di incidenti fino al 45%.

Sono più di seimila i medicinali che possono interferire pericolosamente con la capacità di guida.

Secondo i dati comunicati dall’Ordine spagnolo, sono più di 6.000 i medicinali che possono interferire pericolosamente con la capacità di guida e proprio per questo un farmaco su 3 in commercio, ovvero il 33,9%, include un pittogramma che avverte il paziente di possibili controindicazioni.

I medicinali che espongono l’avvertenza, infatti, possono influenzare la guida in vari modi, sia producendo un effetto terapeutico controindicato in caso di guida, sia come conseguenza di una possibile reazione avversa.

Tra gli effetti pericolosi vi sono la sonnolenza o l’effetto sedativo, la riduzione dei riflessi e l’aumento del tempo di reazione (dovuto alla diminuzione della concentrazione o alla capacità di rimanere vigili), l’alterata percezione delle distanze, alterazioni oftalmologiche o uditive, stati di confusione e stordimento e disturbi muscolari.

In Spagna circa il 5% degli incidenti stradali è legato all’uso di farmaci controindicati per la guida dell’auto.

L’importanza della campagna di informazione in atto è ancora più evidente se si considera che gli incidenti stradali configurano la quinta causa di morte più frequente in Spagna e circa il 5% degli incidenti stradali è legato all’uso inconsapevole dei farmaci.

Alcuni studi hanno dimostrato, infatti, che sul 17% degli automobilisti sottoposti a terapia farmacologica, tre su quattro di essi riconoscono di non avere informazioni sull’effetto del medicinale assunto. A questo si aggiunge, inoltre, che molti automobilisti utilizzano farmaci che non necessitano di prescrizione medica sottovalutando gli effetti che possono presentare.

Tra le tante raccomandazioni che i farmacisti danno ai pazienti in questi casi vi è l’assoluta raccomandazione di evitare la guida quando si inizia un trattamento che potrebbe potenzialmente diminuire i riflessi o la capacità visiva, di prestare particolare attenzione alla somministrazione congiunta di più farmaci e, naturalmente, di non consumare alcolici.

In ogni caso, i farmacisti consigliano sempre di rivolgersi al loro medico per valutare ogni singolo caso e ricevere le adeguate indicazioni. (RDA)

Altri articoli sul mondo della farmacia in Spagna potete leggerli sul nostro sio qui, qui e qui.