In Germania le farmacie potranno erogare cinque nuovi servizi in farmacia rimborsati dal sistema sanitario. È un “enorme passo avanti verso l’implementazione di servizi di farmacia clinica sostenibili nelle farmacie tedesche”, ha commentato Martin Schulz, direttore dell’Abda (l’Associazione che raggruppa gli Ordini e le Associazioni delle farmacie tedesche), in occasione dell’annuncio che le farmacie tedesche saranno autorizzate a fornire alcuni servizi rimborsati dalle locali casse mutue.

Il risultato è arrivato dopo lunghe negoziazioni tra le due parti conclusesi nell’autunno 2021 davanti alla Commissione arbitrale paritetica. A giugno l’annuncio di quest’ultima dell’implementazione dell’accordo in base al quale le farmacie potranno offrire cinque servizi farmaceutici con effetto immediato.

Revisione delle terapie farmacologiche

Questi servizi includono una revisione sistematica delle terapie farmacologiche in pazienti che assumono cinque o più farmaci.  A latere di tale servizio di medicines use review, è prevista un’assistenza aggiuntiva in caso di ipertensione arteriosa diagnosticata dal medico con prescrizioni di antipertensivi.

In un prossimo futuro i farmacisti avranno l’autorizzazione a fornire assistenza ai pazienti che devono utilizzare dispositivi necessari all’assunzione di farmaci per inalazione legati a patologie respiratorie.

Servizi specialistici di consulenza

Inoltre, le farmacie potranno offrire due servizi specialistici: i pazienti affetti da tumore che ricevono una terapia antitumorale orale potranno ricevere una consulenza ad hoc in farmacia, lo stesso dicasi per pazienti a cui sono stati prescritti nuovi farmaci dopo un trapianto d’organo al fine di inibire la reazione di rigetto dell’organismo.

Secondo le informazioni della rivista medica tedesca Deutsches Ärzteblatt, le farmacie riceveranno, per la revisione sistematica dei farmaci, la cura dei pazienti sottoposti a trapianto di organi e la cura dei pazienti oncologici, 90 euro netti per ciascun servizio.  Per gli ultimi due servizi, è previsto un supplemento di 17,55 euro per una visita di controllo dopo due-sei mesi.

Per fornire istruzioni sulle corrette tecniche di inalazione, le casse malattia pagheranno alle farmacie 20 euro netti e 11,20 euro netti a consultazione per la valutazione del rischio in caso di ipertensione.

Abda: “Una pietra miliare per la cura del paziente”

La presidente dell’Abda, Gabriele Regina Overwiening, ha accolto con favore la decisione del collegio arbitrale: Questa è una pietra miliare per la cura del paziente. Con i nuovi servizi possiamo rimediare ai deficit di assistenza e migliorare l’efficienza della terapia farmacologica individuale”.

Ora esiste un buon portafoglio di servizi che anche le farmacie possono implementare nell’interesse dei pazienti e senza la necessità di una prescrizione medica.

I nuovi servizi in farmacia possono infatti essere avviati dai farmacisti secondo quanto previsto dalla legge sul rafforzamento della farmacia (ApoStG), entrata in vigore nel 2020.  Il governo di coalizione si è inoltre impegnato a migliorare ulteriormente , in un futuro prossimo, la remunerazione di tali servizi.

Secondo Thomas Benkert, presidente dell’Ordine federale dei farmacisti: “Tutti questi nuovi servizi saranno forniti in modo da garantirne la qualità e l’Ordine ha già sviluppato un’assistenza adeguata per lo staff delle farmacie.  Per fornire tali servizi dovranno essere completati i corsi di formazione ad hoc”.

L’Abda si sta impegnando affinché tutte le farmacie possano offrire tali servizi e in autunno è stato previsto il lancio della prima campagna di comunicazione per far conoscere tali nuove opportunità ai pazienti tedeschi. (EP)

Un altro articolo sulle farmacie tedesche lo potete leggere sul nostro sito qui.