L’Enpaf ha comunicato che la scadenza per presentare le domande per il bonus del Decreto Aiuti destinato ai liberi professionisti (e quindi anche ai titolari di farmacia) è cambiata: non più entro il 30 novembre, ma entro il 9 novembre 2022.

Anticipata al 9 novembre la scadenza per presentare le domande per richiedere il bonus del Decreto Aiuti destinato ai liberi professsionisti.

Il Decreto Aiuti prevede infatti (ne abbiamo parlato sul nostro sito qui) che i liberi professionisti (tra cui i titolari di farmacia), a determinate condizioni, possano ricevere una indennità di 200 euro e, in base al successivo Decreto Aiuti ter, un’eventuale ulteriore indennità di 150 euro. Per quanto riguarda l’Enpaf, le attività considerate sono: esercente attività professionale con rapporto di lavoro autonomo; titolare di farmacia; titolare di parafarmacia; titolare di erboristeria.

Enpaf ricorda che,  per accedere al bonus di 200 euro, è necessario aver dichiarato nel 2021 un reddito complessivo non superiore a 35.000 euro. Inoltre, è possibile ottenere un incremento di 150 euro (per un totale di 350 euro) nel caso in cui il reddito complessivo dichiarato nel 2021 non sia superiore a 20.000 euro. Il reddito complessivo coincide con quello indicato al rigo RN1, colonna 1, della dichiarazione 2022 (redditi 2021).

L’anticipazione della scadenza -spiega l’ente- “è stata causata dalla necessità di trasmettere al Ministero del Lavoro la rendicontazione delle indennità erogate entro il termine che il Ministero stesso ha stabilito con largo anticipo rispetto alle previsioni. L’invio della rendicontazione entro il termine fissato è indispensabile affinché l’ente possa ottenere, come previsto dalla legge, il rimborso dallo Stato delle indennità erogate”.

Per maggiori informazioni sul bonus del Decreto Aiuti, sui requisiti previsti e sulla modalità per richiederlo, si può consultare il sito dell’Ente nazionale di previdenza e assistenza dei farmacisti qui.