Complessivamente gli italiani si sentono in buona salute: lo dichiarano sette persone su dieci. D’altra parte, si fa molto sentire il peso delle malattie croniche e non soltanto (anche se soprattutto) nelle fasce di età più avanzate. Lo ha rilevato l’Istat nella sua periodica indagine “Aspetti della vita quotidiana” 2022.

Secondo l’Istat, sette italiani su dieci si dichiarano in buona salute, ma le malattie croniche affliggono diversi milioni di persone.

La ricerca dell’Istat segnala innanzitutto che, nel 2022, il 74,1% degli uomini e il 66,5% delle donne si ritengono in buona salute: sono 41 milioni di persone (21 milioni di maschi e 20 milioni di femmine).

Più in particolare, se consideriamo le distinte classi di età, vediamo che godono di buone condizioni fisiche 18 milioni di giovani al di sotto dei 25 anni e 18 milioni di persone di età compresa tra i 25 e i 64 anni, ma anche 5 milioni di anziani, gruppo che, dal 2018 al 2022, è aumentato di circa mezzo milione di unità.

Sono dati indubbiamente confortanti, ma messi parzialmente in ombra dalle dimensioni del fenomeno delle malattie croniche, che riguarda diversi milioni di persone: la più diffusa, l’ipertensione, interessa quasi undici milioni di individui: seguono artrite e artrosi, di cui soffrono circa nove milioni di soggetti. Se la prima è sostanzialmente stabile, il secondo gruppo risulta in calo nel periodo 2018-2022.

Particolare è la situazione del diabete, che ufficialmente colpisce circa 4 milioni di pazienti diagnosticatii, ma in realtà, secondo stime attendibili, conta almeno un altro milione di persone con diabete di tipo 2 che ancora non sanno di averlo.

istat 2022-italiani e salute

Un più approfondito articolo su questi temi potrete leggerlo sul prossimo numero di “Farma Mese” 8/2023, di imminente pubblicazione.