Con la sigla, da parte della presidente del Consiglio Giorgia Meloni, e dei presidenti delle associazioni firmatarie, del Protocollo d’Intesa, ieri 28 settembre, si è dato il via ufficiale all’iniziativa “Trimestre Antinflazione”, a  cui partecipano anche le farmacie.

Dal 1° ottobre parte il “Trimestre Antinflazione”, al quale aderiscono oltre 5.300 farmacie sul territorio nazionale.

Con la Circolare 436/2023 (disponibile nell’area riservata del sito), Federfarma segnala che le farmacie che hanno aderito su tutto il territorio nazionale sono oltre 5.300 e che l’elenco sarà pubblicato sul sito internet del Mimit (Ministero delle Imprese e del Made in Italy).

Federfarma ricorda che l’iniziativa prevede, da parte delle farmacie aderenti, l’impegno a offrire una selezione di articoli a prezzi contenuti e a “non aumentare il prezzo” di tale selezione nel periodo 1° ottobre – 31 dicembre 2023.

Come attuare i criteri del Trimestre Antinflazione

Tale risultato potrà essere realizzato attraverso modalità flessibili, quali, a titolo esemplificativo:

  • applicazione di prezzi fissi
  • attività promozionali sulle referenze individuate
  • iniziative sulla gamma di prodotti a marchio del distributore (“private label”), previo eventuale accordo con il medesimo
  • carrelli a prezzo scontato o unico eccetera

A quali prodotti si applica l’iniziativa

Le tipologie di referenze presenti in farmacia sulle quali potranno essere applicate tali azioni sono:

  • prodotti per la prima infanzia (come latti, omogeneizzati, pannolini, eccetera)
  • prodotti per la cura e l’igiene della persona (come sapone, shampoo, assorbenti igienici eccetera).

I farmaci sono esclusi

L’iniziativa non riguarda i farmaci che, come ribadito dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy, non rientrano tra i prodotti di largo consumo assoggettabili alle promozioni.

L’autonomia decisionale della farmacia

Il paniere su cui applicare i prezzi calmierati sarà definito in autonomia da ciascuna farmacia, tenendo conto delle condizioni di acquisto concordate con i fornitori.

ll logo della campagna

Le farmacie aderenti saranno riconoscibili al pubblico grazie al logo dell’iniziativa messo a disposizione dal Mimit (vedi Circolare 436 di Federfarma).

trimestre anti-inflazione