Ancora due giorni di tempo, fino a venerdì 6 ottobre, per le farmacie che vogliano aderire al “Trimestre anti-inflazione”. Il Ministero delle imprese e del  made in Italy ha ritenuto opportuno accogliere la richiesta di dare più tempo per partecipare all’iniziativa.

C’è ancora tempo fino al 6 ottobre per le farmacie che vogliano aderire al “Trimestre anti-inflazione”.

Nella Circolare 443/2023 di Federfarma (si veda l’area riservata del sito) si possono trovare ulteriori informazioni e chiarimenti sulle modalità di partecipazione al “Trimestre anti-inflazione”.

Qui ricordiamo i principi fondamentali dell’iniziativa, che, cominciata il 1° ottobre, proseguirà fino al 31 dicembre di quest’anno.

  • Le farmacie aderenti si impegnano a offrire una selezione di articoli a prezzi contenuti e a non aumentare il prezzo di tale selezione nel periodo 1° ottobre – 31 dicembre 2023.
  • L’iniziativa si applica, per le farmacie, a prodotti per la prima infanzia (come latti, omogeneizzati, pannolini, eccetera) e prodotti per la cura e l’igiene della persona (come sapone, shampoo, assorbenti igienici eccetera).
  • I farmaci non rientrano tra i prodotti di largo consumo assoggettabili alle promozioni del Trimestre anti-inflazione.
  • Il paniere su cui applicare i prezzi calmierati è definito in autonomia da ciascuna farmacia.
  • Le farmacie aderenti sono riconoscibili al pubblico grazie al logo dell’iniziativa messo a disposizione dal Mimit (vedi Circolare 436 di Federfarma).