C’è tempo sino al 30 novembre 2023, per le farmacie rurali sussidiate che hanno visto accolta la loro domanda per il contributo previsto dal Pnrr, per inviare la documentazione necessaria all’Agenzia per la coesione territoriale. Lo rammenta Federfarma con la Circolare 487/2023, disponibile sul sito nell’area riservata.

Per le farmacie rurali sussidiate la cui domanda per il contributo del Pnrr è stata accolta, il termine per l’invio della documentazione richiesta è il 30 novembre.

Spiega Federfarma che i titolari di farmacia rurale sussidiata che hanno ricevuto dall’Agenzia per la coesione territoriale via pec il decreto di ammissione al contributo richiesto nell’ambito dell’Avviso pubblico Pnrr per le farmacie rurali e non hanno ancora inviato la documentazione necessaria per l’erogazione del contributo a provvedere all’invio entro il 30 novembre 2023, pena la perdita del finanziamento.

Le farmacie interessate devono caricare sulla piattaforma relativa all’Avviso la seguente documentazione:

  1. Disciplinare d’obblighi debitamente compilato e firmato
  2. Dichiarazione titolare effettivo (scansionata nello stesso file del Disciplinare d’obblighi, in quanto gli spazi per il caricamento della documentazione sono tre)
  3. Polizza fideiussoria
  4. Certificazione comprovante la classificazione della farmacia come rurale sussidiata