Altri farmaci innovativi si aggiungono allo speciale elenco dell’Agenzia italiana del farmaco che comprende quei medicinali che, a giudizio della Commissione tecnico-scientifica dell’Aifa, possiedono il requisito di “innovatività terapeutica piena o condizionata” e che devono quindi essere resi immediatamente disponibili agli assistiti, anche senza il formale inserimento nei prontuari terapeutici ospedalieri regionali.

L’Aifa ha aggiunto altri farmaci innovativi all’elenco dei medicinali che che devono essere resi subito disponibili per gli assistiti, anche senza il formale inserimento nei prontuari terapeutici ospedalieri regionali.

Il riconoscimento dello status di medicinale innovativo da parte della Commissione tecnico-scientifica dell’Aifa presuppone la valutazione di tre elementi basilari: bisogno terapeutico, valore terapeutico aggiunto e robustezza delle prove scientifiche sottoposte dall’azienda a supporto della richiesta di innovatività.

L’aggiornamento di ottobre 2023 dell’elenco dei farmaci innovativi ha riguardato dunque le seguenti due specialità.

  • Evkeeza (Evinacumab): rimborsato in aggiunta alla dieta e ad altre terapie volte a ridurre il colesterolo lipoproteico a bassa densità (Ldl-C) per il trattamento di pazienti adulti e adolescenti di età pari o superiore a 12 anni con diagnosi di ipercolesterolemia familiare omozigote (HoFH) con mutazione null/null e/o che non risultino a target di Ldl-C dopo il trattamento con Evolocumab oppure non risultino a target di Ldl-C o non abbiano tollerato il trattamento con Lomitapide.
  • Lynparza (Olaparib): indicato in monoterapia o in associazione con la terapia endocrina per il trattamento adiuvante di pazienti adulti con cancro della mammella allo stadio iniziale ad alto rischio, HER2-negativo, e con mutazioni nella linea germinale BRCA1/2, precedentemente trattati con chemioterapia neoadiuvante o adiuvante.

Per saperne di più si può consultare il sito dell’Agenzia del farmaco qui. Un articolo correlato lo potete leggere sul nostro sito qui.