In occasione della Giornata mondiale del tumore al pancreas, che si celebra domani, 16 novembre, parte la campagna di sensibilizzazione “Quanto pesano 80 grammi?” (il peso del pancreas), promossa da Fondazione Nadia Valsecchi e Associazione Oltre la Ricerca Odv, in partnership con Federfarma e Simg (Società italiana di medicina generale). L’obiettivo è diffondere la conoscenza di una patologia severa, che si avvia a diventare, entro il 2030, la seconda causa di morte per neoplasia nel mondo e rinsaldare la collaborazione tra associazioni, farmacisti e medici.

Al via la campagna di sensibilizzazione sul tumore del pancreas “Quanto pesano 80 grammi?”, promossa da Fondazione Nadia Valsecchi e Associazione Oltre la Ricerca Odv in collaborazione con Federfarma e Simg (Società italiana di medicina generale).

“Fare prevenzione e screening rientra nelle quotidiane attività della farmacia di comunità. Per questo appoggiamo con convinzione la campagna Quanto pesano 80 grammi?”. Così ha dichiarato il presidente di Federfarma nazionale, Marco Cossolo.

“Ogni giorno -sottolinea Cossolo- i farmacisti in farmacia accolgono e ascoltano le persone che si rivolgono loro con fiducia per essere orientate e ottenere consigli sui propri problemi di salute, svolgendo così il ruolo di informatori e formatori in stretta collaborazione con gli altri professionisti sanitari che operano sul territorio. Con l’obiettivo, anche in collaborazione con le società scientifiche e le associazioni di malati, di creare percorsi multidisciplinari e integrati che mettano il paziente al centro”.

Secondo i dati dell’Associazione italiana Registro Tumori, nel 2022 in Italia sono state registrate circa 14.500 nuove diagnosi: numeri in aumento rispetto agli anni precedenti, con una notevole diminuzione dell’età media dei malati. Il tumore al pancreas è una neoplasia silente e aggressiva, che nell’80% dei casi viene diagnosticata soltanto in fase avanzata a causa dell’assenza di sintomi specifici. Si tratta di una patologia che ha un elevato impatto sociale, sanitario ed economico, poiché l’assenza di un iter diagnostico codificato allunga a dismisura i tempi della presa in carico del paziente.

La campagna informativa “Quanto pesano 80 grammi?” coinvolge le farmacie per diffondere tra i cittadini la consapevolezza circa l’importanza di non sottovalutare la concomitanza e il perdurare di alcuni sintomi e informare sui fattori di rischio. Approfondimenti su queste tematiche sono disponibili sul sito web della Giornata mondiale; la brochure è consultabile anche attraverso il QR code presente sulla locandina inviata in allegato a “Farma 7” n. 18. (SM)