Secondo l’analisi di Pharma Data Factory, nel 2023 è aumentato del 2,3% il valore dei farmaci venduti in farmacia, portando il dato globale dai 17,3 miliardi di euro del 2022 a 17,7 nell’ultimo anno. D’altra parte, sono leggermente diminuite le quantità, con un -0,2%: essendo la flessione molto modesta, si puà parlare di una sostanziale stabilità, intorno a 1,7 miliardi di confezioni l’anno.

Nel 2023 cresciuto del 2,3% il valore dei farmaci venduti in farmacia; lieve calo invece delle confezioni. I dati di Pharma Data Factory.

Vediamo in sintesi alcuni dei principali risultati del rapporto di Pharma Data Factory sul mercato della farmacia, basato su un’ampia rilevazione dei dati di sell out (monitorato il 95% delle farmacie).

I farmaci più venduti

  • Sistema cardiovascolare: 459 milioni di confezioni vendute (+1,2%), valore di 3,4 miliardi di euro (+3,5%)
  • Apparato gastrointestinale e metabolismo: 320 milioni di confezioni ( -3,4%), valore di 3,2 miliardi (+0,3%)
  • Sistema nervoso: 274 milioni di confezioni (-1,5%), valore di 2,98 miliardi (+1,2%)

Alle spalle di queste tre grandi categorie troviamo: sistema muscolo-scheletrico, sistema respiratorio, sangue e organi emopoietici, antimicrobici generali per uso sistemico, sistema genito-urinario e ormoni sessuali, preparati ormonali sistemici (esclusi ormoni sessuali e insuline), dermatologici, organi di senso, farmaci antineoplastici e immunomodulatori, farmaci antiparassitari, insetticidi e repellenti (da notare che questi hanno fatto registrare il maggiore aumento percentuale dell’anno: +5,9%).

Un altro dato interessante è quello relativo ai prezzi medi dei farmaci venduti in farmacia, che sono intorno ai 10 euro (9,8 euro nel 2022).