È ormai avviata la  Nuova Banca Dati Federfarma (Nbdf), aggiornata e ampliata per offrire uno strumento ancora più valido e utile alle farmacie (si veda sul nostro sito qui). Federfarma torna sull’argomento con la Circolare 41/2024 (consultabile sul sito nell’area riservata) per illustrarne novità e caratteristiche.

La Nuova Banca Dati Federfarma è attiva, aggiornata con nuove informazioni e nuova tecnologia, a supporto del lavoro quotidiano del farmacista.

Federfarma ricorda che la Nbdf ha due componenti fondamentali: nuove informazioni (rese necessarie dalle numerose novità introdotte dalla legislazione di settore italiana ed europea, che segnalano obblighi a carico della farmacia con relative previsioni sanzionatorie); utilizzo di una nuova tecnologia di trasferimento delle informazioni.

Le nuove informazioni sono talmente tante da avere comportato quasi il raddoppio del numero dei campi della banca dati, che sono passati da 375 a 746. L’ampliamento dei campi, insieme all’utilizzo della nuova tecnologia di aggiornamento -sottolinea Federfarma- potrà garantire la scalabilità della piattaforma informatica al servizio della farmacia (gestionale e Nbdf) anche rispetto a esigenze future. Infatti, l’integrazione nel gestionale della banca dati dei farmaci, parafarmaci e dispositivi medici, garantisce l’operatività di cui la farmacia necessita, nell’ambito della programmazione delle attività.

In ragione di ciò, Federfarma, con il supporto di Promofarma, ha avviato un’interlocuzione con tutte le software house, al fine di procedere a una programmazione che abbia come obiettivo la migliore assistenza alle farmacie, soprattutto con riguardo all’applicazione di normative che prevedono sanzioni in caso di inottemperanza ovvero pregiudizi di carattere economico.

Tra le novità della Ndbf va segnalato poi l’applicativo web “Gallery for Pharmacy”, che consente di visualizzare l’intera Nuova Banca Dati Federfarma (nella Circolare 41 sono descritte tutte le modalità di accesso all’applicativo).