Välvald (Well selected, Ben scelto) è il progetto di sostenibilità per i farmaci da banco iniziato due anni fa dall’Associazione delle farmacie svedesi per dispensare farmaci prodotti in modo responsabile. Per fare ciò le farmacie pongono il logo Well Selected a fianco dei dispenser che guidano i clienti verso i farmaci da automedicazione che soddisfano tali requisiti.

Le farmacie svedesi sono coinvolte nel progetto dell’Associazione dei farmacisti “Välvald – Well selected” di promozione della produzione responsabile dei medicinali: indicano ai clienti, con un marchio di qualità, quali sono i farmaci di automedicazione “ben scelti” dal punto di vista della sostenibilità ambientale e soclale.

La farmacia contribuisce alla sostenibilità fornendo consigli sul corretto uso dei farmaci, ritirando i resi dei farmaci non usati, proponendo una vendita responsabile dei farmaci e, laddove possibile, informando i pazienti sull’impatto ambientale dei farmaci. In Svezia, sono oltre 1.400 le farmacie che espongono tale logo sia all’interno dei propri esercizi sia nelle pagine dei siti dedicati all’e-commerce dei farmaci senza ricetta.

L’impatto della produzione di farmaci sull’ambiente

L’iniziativa dei colleghi svedesi ha lo scopo di svelare come vengono prodotti i farmaci, ovvero prestare la massima attenzione sul fatto che fino a oggi, spesso, la produzione farmaceutica ha avuto un impatto negativo sull’ambiente, poiché grandi quantità di residui farmaceutici vengono rilasciati durante la produzione, soprattutto in Paesi come la Cina e l’India.

Per capire la dimensione del problema, i colleghi svedesi ci hanno spiegato, nella consueta riunione relativa agli affari economici tenutasi al Pgeu lo scorso mese di gennaio, i termini della questione, partendo dai dati di Ecolabel Index, la più grande directory mondiale di marchi ecologici.

Attualmente tale indice rileva 456 marchi ecologici in 199 Paesi e 25 settori industriali. L’etichetta Ecolabel indica, attraverso un logo volto a indicare un prodotto, un servizio o un’azienda preferibile dal punto di vista ambientale. Attualmente, in tutta la directory non esiste un’etichetta sostenibile per i prodotti farmaceutici. Ma se altre industrie possono essere più sostenibili, sostengono i colleghi svedesi, anche l’industria farmaceutica può raggiungere tale obiettivo.

Secondo i colleghi svedesi, i farmacisti hanno molto a cuore la questione della sostenibilità sociale e ambientale e tale progetto risponde in primis alle grandi aspettative che i pazienti hanno nei confronti delle loro farmacie e alle sempre più numerose richieste, da parte di questi ultimi, di poter disporre di informazioni sulla sostenibilità dei farmaci che assumono.

Per questo l’Associazione svedese dei farmacisti ha iniziato questo lavoro di elaborazione dei criteri due anni fa in dialogo con altri stakeholder e con le aziende farmaceutiche.

Che cosa si intende per produzione responsabile secondo il progetto dell’Associazione svedese dei farmacisti

I criteri di Välvald sono in continua evoluzione. Affinché un prodotto possa essere incluso, è necessario che la produzione avvenga con requisiti di responsabilità nella supply chain fino alla produzione del principio attivo farmaceutico. Per produzione responsabile si intende che la fabbricazione di principi attivi avvenga nel rispetto dei diritti umani, dei lavoratori, dell’ambiente e della lotta alla corruzione. Per fare ciò le aziende devono effettuare e documentare un’analisi dei rischi, nonché fornire un rapporto di sostenibilità disponibile al pubblico secondo standard stabiliti e sottoposto a revisione contabile di terze parti.

Il percorso di questa iniziativa è iniziato nel 2020 e lanciato in Svezia nel 2021 con criteri molto semplici, ma per raggiungere l’obiettivo di una produzione farmaceutica più sostenibile, i requisiti vengono continuamente aggiornati a intervalli regolari. Dal 2021, i criteri sono stati integrati due volte: si è passati dall’essere basati esclusivamente sulla sostenibilità globale delle aziende, a requisiti e controlli a campione per la produzione responsabile dei singoli prodotti.

In base alla revisione del 2023, rispettano i criteri di Välvald 205 prodotti di 10 aziende.

La prossima revisione dei criteri avverrà nel 2025 e l’ulteriore obiettivo dei colleghi svedesi è quello di cooperare con altri Paesi europei in modo da far diventare Välvald il primo marchio di sostenibilità al mondo per i prodotti farmaceutici, contribuendo concretamente in tal modo a una produzione sostenibile. (EP)