Nel consueto incontro della “Farmacia Latina”, svoltosi a Porto il 1° marzo, i farmacisti del Portogallo hanno presentato un’interessante panoramica sui servizi attualmente forniti nelle farmacie portoghesi e su quelli in rampa di lancio.

Molti servizi nelle farmacie portoghesi, già funzionanti o di prossima attivazione: dalle vaccinazioni al rinnovo delle ricette per le terapie croniche alla gestione delle patologie minori.

Uno dei servizi di successo disponibili nelle farmacie portoghesi è sicuramente la somministrazione del vaccino contro l’influenza voluto con grande insistenza dai vertici che si sono susseguiti in questi anni a capo dell’Anf, l’Associazione delle farmacie portoghesi. Infatti, in Portogallo i farmacisti vaccinavano contro l’influenza già dal 2008, con costo a carico del cittadino, dato che non era stato trovato alcun accordo con il Servizio sanitario nazionale.

Ma, dopo tanti anni e la continua ricerca di un accordo da parte dell’Anf, che, dati alla mano, ha dimostrato la grande soddisfazione dei cittadini per il servizio reso dai farmacisti in farmacia, a partire dalla stagione vaccinale 2023/2024, il Ministero della Salute ha finalmente concesso anche alle farmacie di vaccinare gratis i pazienti contro Covid-19 e influenza stagionale.

Tale scelta ha permesso di minimizzare le barriere all’accesso, aumentando così sia la disponibilità fisica sia la prossimità geografica di circa 2.500 punti di vaccinazione aggiuntivi. Circa 7.000 farmacisti sono stati specificamente formati per questo servizio.

Nella stagione di vaccinazione 2023/2024, il 70% e il 69% delle persone rispettivamente vaccinate contro l’influenza e contro il Covid-19 hanno scelto di ricevere la vaccinazione in farmacia.

Quest’anno le farmacie hanno potuto vaccinare gratuitamente i gruppi prioritari contro influenza e Covid-19 (inizialmente prevista per persone con più di 60 anni, ma poi estesa ad altre fasce d’età).

Ampliamento delle vaccinazioni in farmacia

Visti i risultati positivi, anche in termini di gradimento della popolazione, i prossimi passi vanno verso un allargamento della vaccinazione in farmacia a tuti i vaccini che sono entro il piano nazionale di vaccinazione in condizioni di parità e complementarità con l’assistenza sanitaria primaria. Occorrerà inoltre garantire ai farmacisti l’accesso, la visualizzazione e la registrazione della cartella clinica elettronica (Ehr) e delle informazioni contenute nella piattaforma e-Vaccines.

Il rinnovo delle ricette per le terapie croniche è un altro importante servizio professionale fornito dalle farmacie portoghesi che funziona grazie alla stretta collaborazione tra medici e farmacisti.

Il medico procede all’attivazione di linee guida prescrittive per un periodo di tempo prestabilito; ciò consente al farmacista di dispensare in modo continuativo, attraverso il rinnovo della prescrizione, i farmaci prescritti per le terapie destinati a patologie croniche.

La dispensazione viene effettuata sulla base di protocolli di intervento, che garantiscono la registrazione delle dispensazioni effettuate, la relativa notifica al medico prescrittore e, se necessario, l’invio di note da parte del medico prescrittore. A ogni dispensazione, il farmacista valuta l’andamento della terapia, l’esistenza di controindicazioni o interazioni gravi, nonché qualsiasi altra situazione che impedisca di rinnovare il trattamento e richieda un rinvio al medico. Vengono in questo modo raccolti dati che consentono al medico di decidere sulla continuazione o sulla modifica della terapia.

Prospettive future

Un futuro servizio potrebbe riguardare l’affidamento ai farmacisti di un ruolo più attivo per la gestione di patologie minori, attraverso il ricorso a protocolli di intervento, valutazione e monitoraggio dei risultati.

L’obiettivo è quello di identificare le situazioni cliniche gestibili in farmacia e il ruolo dei team di professionisti dell’assistenza primaria che siano in grado di risolvere disturbi minori che altrimenti finiscono per intasare inutilmente le unità di urgenza degli ospedali. (EP)