Federfarma ha dato il suo patrocinio al Progetto Risp (Rete italiana screening polmonare), avviato nel 2022 per iniziativa dell’Istituto nazionale dei tumori e promosso da Walce Onlus (Women Against Lung Cancer in Europe – Donne contro il tumore al polmone in Europa), per la prevenzione e la lotta al tumore polmonare. Il programma ha coinvolto direttamente le farmacie, che si sono confermate una risorsa fondamentale per sostenere iniziative di prevenzione, come hanno dimostratoi cinque farmacisti premiati a Bari per avere contribuito a individuare tre cittadini pugliesi affetti da tumore polmonare, che sono stati così immediatamente avviati alle cure necessarie.

Cinque farmacisti premiati a Bari: nell’ambito del progetto Risp contro il tumore al polmone, patrocinato anche da Federfarma, hanno contribuito alla diagnosi precoce per tre cittadini.

L’Istituto dei tumori di Bari, che partecipa al programma nazionale Risp, ha voluto infatti dare un riconoscimento ai cinque professionisti dietro il banco perché, attraverso i contatti con i cittadini in farmacia nell’ambito del progetto, hanno aiutato a far emergere la malattia in corso e non ancora diagnosticata.

Il Progetto Risp è un programma nazionale di diagnosi precoce del tumore al polmone effettuata mediante Tac spirale a basso dosaggio, esame offerto gratuitamente nei centri Risp dislocati sul territorio. L’iniziativa si rivolge a persone sane, di età compresa tra 55 e 75 anni, con elevati fattori di rischio. Per saperne di più, si può consultare il sito dedicato.

Le farmacie sono state chiamate in causa come punto di riferimento perché, grazie alla loro capillare presenza sul territorio e al rapporto di fiducia che hanno con i cittadini, possono sensibilizzare la popolazione sul tema dei tumori polmonari, fornire informazioni e orientamento, consigliare alle persone a rischio la partecipazione al programma di prevenzione, contribuire allo screening.

L’esempio pugliese è significativo. Come osserva Federfarma Puglia, da ottobre 2022 a oggi, più di 1.400 cittadini pugliesi si sono iscritti al programma Risp per la diagnosi precoce del tumore al polmone, e oltre 100 lo hanno fatto attraverso le farmacie territoriali.