Federfarma, con la Circolare 121/2024 (disponibile sul sito, nell’area riservata) fornisce indicazioni e chiarimenti ai farmacisti sulla corretta compilazione della Dcr, Distinta contabile riepilogativa, alla luce della novità legate all’introduzione della nuova remunerazione.

Compilare correttamente la Dcr in seguito all’introduzione della nuova remunerazione: le indicazioni di Federfarma alle farmacie.

Quindi, Federfarma interviene per offrire indicazioni a farmacie e software house sulla corretta compilazione della Dcr, in attesa dei definitivi chiarimenti che perverranno dalla parte pubblica. Vediamole nella sintesi presentata dalla circolare della Federazione dei titolari.

  • Nel calcolo del prezzo di cessione per i farmaci erogati sulla base della disciplina convenzionale, a decorrere dal 1° marzo 2024, vanno considerate le quote di spettanza dell’industria e della distribuzione intermedia nella misura complessiva del 69,65% del prezzo al pubblico al netto dell’Iva (rispettivamente 66,65% per industria e 3% per distributori).
  • Dall’applicazione della nuova remunerazione sono da escludersi i farmaci di fascia C, i farmaci galenici e l’ossigeno terapeutico.
  • Permane lo sconto dello 0,6% del prezzo di cessione del medicinale al pubblico, Iva compresa, in ragione della piena vigenza della Determinazione Aifa 27 settembre 2006 (consolidata dal comma 796, lett. f) e ss.gg. dell’articolo 1, della Legge 296/2006). Tale sconto non è stato abrogato in quanto è a carico dell’industria, che, per i farmaci su cui si applica tale sconto, deve concedere un extra margine dell’1% a sul prezzo ex factory. Ovviamente anche a tali farmaci si applica la nuova remunerazione per le cessioni in regime convenzionale.
  • Applicazione del nuovo metodo di remunerazione a far data dal 1° marzo 2024 anche per le ricette spedite precedentemente a tale data e contabilizzate successivamente.

Federfarma precisa che queste indicazioni “vengono fornite salvo diverse istruzioni formali da parte delle singole Regioni”. Si rimanda al sito internet di Federfarma per la lettura del testo completo della Circolare 121/2024.