L’Enpaf ha stanziato, per l’anno 2024, un fondo di 255mila euro per finanziare 141 borse di studio per i figli dei farmacisti: la decisione è stata presa dal consiglio di amministrazione dell’ente alla fine di marzo (il 28/3).

L’Enpaf ha approvato lo stanziamento di 255mila euro per l’assegnazione di borse di studio per i figli dei farmacisti.

Il bando -spiega l’Enpaf in un suo comunicato- è rivolto a figli dei farmacisti iscritti, o pensionati e agli orfani degli stessi relativamente all’anno scolastico/accademico 2022-2023 e la borsa viene assegnata in base a criteri di merito, riferiti al profitto negli studi.

Per l’erogazione delle borse di studio si tiene conto anche della condizione economica del nucleo familiare dello studente. Pertanto, il bando prevede che i richiedenti debbano avere un valore Isee, riferito al nucleo familiare, non superiore a 50mila euro e un patrimonio mobiliare senza applicazione della detrazione, non superiore a 60mila euro. Per ciascun componente del nucleo familiare successivo al secondo, a tale importo si aggiungono ulteriori 10mila euro fino a un massimo di 80mila euro complessivi.

Le domande e la documentazione richiesta devono essere presentat.e entro il 15 maggio 2024.

Le domande e la documentazione devono essere trasmesse all’Enpaf con posta elettronica certificata all’indirizzo mail posta@pec.enpaf.it entro il 15 maggio 2024. Il bando e la modulistica completa per la presentazione della richiesta sono disponibili sulla pagina dedicata del sito internet dell’ente previdenziale dei farmacisti.

Commenta il presidente dell’Enpaf Emilio Croce: “Anche quest’anno l’Enpaf promuove un’iniziativa che dimostra non solo un concreto supporto alla categoria dei farmacisti, ma un sincero impegno nel valorizzare e investire nel futuro delle nuove generazioni, riconoscendo e premiando il merito. Il consiglio di amministrazione ha stanziato un budget significativo, pari a 255.000 euro, al fine di garantire un sostegno ampio e inclusivo a tutte le famiglie coinvolte”.