Nella seduta del 14 giugno la Conferenza Stato-Regioni ha sancito l’Intesa sulla proposta del ministero della Salute di deliberazione per il Cipess concernente la “Ripartizione delle somme accantonate per l’esenzione delle percentuali di sconto per le farmacie con fatturato inferiore a 150.000 euro”, relative all’anno 2023. Lo segnala la circolare Federfarma n. 270 del 20 giugno, disponibile come sempre anche sul sito.

La Conferenza Stato-Regioni ha sancito l’Intesa sulla “Ripartizione delle somme accantonate per l’esenzione delle percentuali di sconto per le farmacie con fatturato inferiore a 150.000 euro”, relative all’anno 2023. La ripartizione delle somme stata effettuata in proporzione ai maggiori oneri sostenuti dalle Regioni sulla base della rilevazione effettuata a livello regionale.

La somma complessiva, pari a 4 milioni di euro, era stata accantonata con l’Intesa Stato-Regioni del 9 novembre 2023, relativa alla ripartizione alle Regioni delle quote vincolate alla realizzazione degli obiettivi di carattere prioritario e di rilievo sanitario nazionale del Piano sanitario nazionale.

La ripartizione delle somme tra le Regioni (con l’esclusione delle Regioni a statuto speciale, quindi Valle d’Aosta, Friuli Venezia Giulia, Sardegna, delle Province autonome Trento e Bolzano e con una riduzione pari al 49,11% per la Sicilia) è stata effettuata in proporzione ai maggiori oneri sostenuti dalle Regioni sulla base della rilevazione effettuata a livello regionale.

Si ricorda che l’esenzione dagli sconti dovuti al Ssn per le farmacie con fatturato annuo Ssn inferiore a 150.000 euro al netto dell’Iva era stata prevista dal comma 551 dell’articolo 1 della Legge 30 dicembre 2018, n. 145.

Si ricorda altresì che, essendo stati aboliti gli sconti a favore del Ssn con l’entrata in vigore della nuova remunerazione delle farmacie a decorrere dal 1° marzo 2024, dalla medesima data l’agevolazione in questione è stata trasformata in una quota aggiuntiva specifica a favore delle medesime farmacie, pari a euro 1,20 per ogni farmaco erogato.