Teva Italia ha ottenuto la Certificazione della Parità di Genere, riconoscimento che, in linea con le direttive del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) e della Prassi di riferimento 125 del 2022 di Uni, incentiva l’implementazione di politiche e pratiche che favoriscano un’equa partecipazione e un equo trattamento per tutte le persone in ogni area e a tutti i livelli delle organizzazioni.

Questo traguardo, conseguito oggi in Italia da circa 2000 aziende, è frutto del percorso intrapreso da Teva Italia per affermare un naturale e concreto impegno verso uguaglianza, inclusione e diversità all’interno dell’ambiente di lavoro. Un percorso che ha portato l’azienda ad avere il 53% di dipendenti donna, il 49% dei ruoli manageriali e il 65% di ruoli dirigenziali ricoperti da donne. Numeri importanti, se confrontati con le medie del nostro Paese che vedono l’Italia al terz’ultimo posto in Europa per occupazione femminile, con solo il 22% di donne a coprire un ruolo manageriale.

La Certificazione della Parità di Genere prevede il superamento di verifiche su diversi parametri quali rappresentanza di genere, equa retribuzione, opportunità di carriera, conciliabilità vita-lavoro, analisi della cultura e del clima aziendale, oltre a formazione e sensibilizzazione e politiche anti discriminazione.

«La Certificazione della Parità di Genere riflette il nostro costante impegno nel promuovere un ambiente di lavoro equo e inclusivo, dove ciascun individuo è valorizzato per le proprie competenze e per il contributo che è in grado di fornire, indipendentemente dal genere» ha affermato Veronica Magli, responsabile HR di Teva Italia. «Questa certificazione conferma la nostra spontanea determinazione nel creare opportunità di crescita e sviluppo professionale per tutti i nostri dipendenti, senza discriminazioni di alcun tipo e contribuire a diffondere nella nostra società una cultura e un futuro più equo per tutti».

La certificazione, valida per tre anni, prevede il superamento di approfondite verifiche svolte da un ente certificatore esterno accreditato. Durante le giornate di Audit sono stati analizzati diversi parametri quali: la rappresentanza di genere, cioè la valutazione della presenza equilibrata di uomini e donne a tutti i livelli dell’organizzazione, compresi i ruoli di leadership; l’equa retribuzione con un’analisi delle politiche salariali per garantire che non ci siano disparità retributive tra uomini e donne per ruoli equivalenti e di pari responsabilità; le opportunità di carriera, attraverso l’esame delle politiche di promozione e avanzamento di carriera per assicurarsi che uomini e donne abbiano le stesse opportunità di crescita professionale.

L’analisi si è poi concentrata sulla valutazione della conciliabilità vita-lavoro ossia delle misure adottate per favorire l’equilibrio tra vita privata e lavorativa, come il lavoro flessibile, il congedo parentale e altre forme di supporto come la policy per i dipendenti che svolgono anche il ruolo di Caregiver, e sull’analisi della cultura e del clima aziendale per verificare l’esistenza di un ambiente inclusivo e rispettoso che promuova la diversità e l’inclusione di genere.

In ultimo, è stato preso in esame il livello di formazione e sensibilizzazione offerti ai dipendenti per promuovere la consapevolezza sulle questioni di genere e prevenire discriminazioni e stereotipi, formazione che ha visto la partecipazione di oltre il 95% dei dipendenti di Teva Italia, e la valutazione delle oramai imprescindibili politiche anti-discriminazione, per garantire la prevenzione e gestione delle discriminazioni di genere, incluse le procedure per la segnalazione e la risoluzione dei casi.

«Siamo lieti di aver ricevuto questo importante riconoscimento. Continueremo ad impegnarci per mantenere e accrescere gli elevati standard di Parità di Genere all’interno della nostra azienda e farci promotori di questi temi anche con i nostri stakeholder. Siamo convinti che una forza lavoro diversificata e un ambiente di lavoro inclusivo possano contribuire in modo determinante a sviluppare alti livelli di innovazione, creatività e rispetto, fattori decisivi per il successo aziendale» ha aggiunto Umberto Comberiati, amministratore delegato di Teva Italia (nella foto con Veronica Magli).