È di 1200 il fabbisogno di laureati in Farmacia per l’anno accademico 2024-2025. Il numero, basato sulla previsione di domanda e di offerta a livello regionale e nazionale di professionisti sanitari, è indicato dal ministero della Salute e contenuto nell’accordo che sarà vagliato dalle Regioni per poi approdare in Conferenza Stato-Regioni.

È di 78.835 il fabbisogno di professionisti sanitari per l’anno accademico 2024-2025, di cui 1.200 laureati in farmacia. Il numero è indicato dal ministero della Salute e contenuto nell’accordo che sarà vagliato dalle Regioni per poi approdare in Conferenza Stato-Regioni.

In totale, il fabbisogno di laureati in professioni sanitarie, tra formazione base e magistrale è di 78.835, +2.862 rispetto allo scorso anno. Il fabbisogno è così composto:

Area infermieristica: 34.992 posti (+ 230 ) suddivisi in: infermieri 26.832 posti; 6.616 per la formazione magistrale di area infermieristica e ostetrica; 263 infermieri pediatrici.

Area della riabilitazione la richiesta è di 9.738 in costante crescita. Di questi, 2.850 fisioterapisti,  2.013 educatori professionali e 1.790 laureati magistrali.

Area tecnico-diagnostica e tecnico-assistenziale la richiesta è 6.881,  di cui 1.542  tecnici di laboratorio biomedico e 1.316 tecnici di radiologia medica.

Area prevenzione la richiesta è di 2.406 posti di cui 952 posti di assistente sanitario.

Laureati in Medicina, Veterinaria e Odontoiatria: la disponibilità è di 22.188 posti.

Infine, per i Laureati magistrali farmacista, biologo, chimico, fisico e psicologo, i posti richiesti in totale sono 2.630 dei quali 1.200 sono riservati ai farmacisti.